Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Koulibaly: "Napoli, dopo 8 anni era ora di un'altra sfida. Non ho esitato alla chiamata del Chelsea"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 20 luglio 2022, 11:30Serie A
di Niccolò Pasta

Koulibaly: "Napoli, dopo 8 anni era ora di un'altra sfida. Non ho esitato alla chiamata del Chelsea"

Fresco nuovo giocatore del Chelsea, Kalidou Koulibaly ha rilasciato una lunga intervista ai canali ufficiali del club londinese, raccontando le motivazioni del suo addio a Napoli e la voglia di cominciare una nuova avventura in Premier League: "A Napoli tutti mi conoscevano, ero felice lì. Ma dopo 8 anni avevo bisogno di una nuova sfida. Appena il Chelsea ha chiamato, non ho esitato. E potevo già arrivare nel 2016, mi sento già a casa. Volevo superare le visite mediche e andare al tour pre-stagionale in America il prima possibile, ma queste cose richiedono un po' di tempo. C'erano un sacco di scartoffie e documenti da sistemare prima, quindi ho camminato molto per l'hotel da solo per ammazzare il tempo mentre aspettavo che arrivasse il via libera! Ho parlato molto con l'allenatore e con la mia famiglia e sono davvero felice, perché ho preso una decisione importante. Volevo mettermi alla prova nel campionato più grande del mondo e voglio ringraziare tutti per avermi dato questa possibilità".

Al Chelsea ritroverà l'ex compagno Jorginho e l'amico Mendy.
"Parlo molto con entrambi. Jorginho in realtà mi ha mandato un messaggio e mi ha chiesto se volevo venire al Chelsea! A quel tempo, non ero sicuro che mi volessero, ma ovviamente ho detto che sarei venuto con piacere. È stato lo stesso con Edou, mi ha fatto la domanda e gli ho detto che era già fatto e che l'avrei visto presto! Ora sono qui, sono davvero felice di iniziare questo viaggio emozionante".

Su Tuchel.
"Per me è importante che mi abbia chiamato, mi ha detto cosa vuole da me e tutto quello che mi ha anticipato si è rivelato ideale per venire al Chelsea. Sono davvero felice di lavorare con lui. Lo conoscevo dai suoi giorni a Parigi e mi ha chiamato direttamente per chiedermi se volessi venire al Chelsea, e ovviamente la risposta è stata sì. Sono davvero felice di lavorare con lui e di lavorare con il suo staff. È un brav'uomo, un ottimo allenatore e non vedo l'ora di lavorare con lui".

Sulla Premier League.
"Tutto è una sfida personale nella vita. Trasferirsi a Londra, e in Premier League, dalla Serie A, è un grande passo ma è quello che volevo fare e far capire a tutti che sono il giocatore che pensano. Penso che questo sia il momento giusto per venire e sono così felice di essere in questo grande club".