Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / palermo / Serie C
FOCUS TMW - Serie C, la Top 11 dei playoff nazionali: a Reggio accadono Miracoli, Fella da urloTUTTOmercatoWEB.com
Nella foto Miracoli
© foto di Filippo Venezia/Uff. Stampa Feralpisalò
martedì 24 maggio 2022, 07:10Serie C
di Luca Esposito
focus

Serie C, la Top 11 dei playoff nazionali: a Reggio accadono Miracoli, Fella da urlo

Sono andate in scena le gare di ritorno del 2° turno della fase nazionale dei playoff di Serie C. Questi i risultati (in grassetto le squadre qualificate alla Final Four).
Reggiana-FeralpiSalò 1-2 (andata 0-1)
Padova-Juventus U23 0-1 (andata 1-0)
Catanzaro-Monopoli 1-0 (andata 2-1)
Palermo-Entella 2-2 (andata 2-1)

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per il 4-3-3

Liverani (FeralpiSalò): nulla può sulla rete di Cremonesi ed è fortunato in un paio di circostanze, quando legni e imprecisione granata lo graziano. Ma l'intervento finale su Rozzio è semplicemente straordinario.
Bergonzi (FeralpiSalò): Balestrero inventa, Miracoli segna ma anche lui merita la copertina di giornata per una prova autorevole a cospetto di una Reggiana intraprendente soprattutto grazie alla rapidità degli esterni. Accetta l'uno contro uno e non va mai in affanno, anzi sono alcuni suoi recuperi in scivolata a trasmettere sicurezza a tutto il reparto.
Poli (Juventus23): a cospetto dei forti esterni del Padova sfodera una prestazione di gran cuore e carattere fatta di chiusure, ripartenze e qualche verticalizzazione precisa.
Fazio (Catanzaro): prova autorevole al centro della difesa, si conferma il leader della retroguardia e non sbaglia un solo intervento.
Corrado (FeralpiSalò): vale lo stesso discorso fatto per Bergonzi. Aspettare troppo bassi la Reggiana è un grosso rischio dal punto di vista tattico e lui, soprattutto nel primo tempo, è bravo e coraggioso a varcare costantemente la metà campo avversaria alla ricerca del cross per le punte.
Karic (V. Entella): approfitta di un errore grossolano della difesa del Palermo per presentarsi a tu per tu col portiere e batterlo da pochi passi per uno 0-2 che sapeva tanto di impresa. Non è bastato per il passaggio del turno, ma giocare con quella personalità davanti a 32mila persone è una ulteriore conferma del salto di maturità definitivo.
Barranechea (Juventus23): l'errore di Donnarumma, decisivo all'andata, è evidente ma ha avuto il gran merito di seguire l'azione e di crederci fino alla fine. Costanti i suoi inserimenti dalle retrovie, a tratti quasi un attaccante aggiunto.
Della Latta (Padova): la partita si complica dopo 12 minuti e capisce che occorre un grosso contributo in fase di non possesso. Alcune sue letture a metà campo sono perfette, sul piano tattico un giocatore perfetto per il sistema di gioco di Oddo.
Fella (Palermo): una giocata di ottimo livello consente ai rosanero di agguantare il 2-2 e qualificarsi alle semifinali dopo un'altra gara di grande sofferenza. Il boato dei 32mila del Barbera lo ripaga di tutti i sacrifici che ha fatto, ora il suo entusiasmo potrà essere un fattore
Miracoli (FeralpiSalò): serviva un'altra impresa per passare il turno ed eliminare la più accreditata tra le antagoniste. La sua doppietta consente di credere fortemente in uno storico salto di categoria, davvero freddo e preciso sotto porta e di grande aiuto per i compagni nei momenti di difficoltà. Promosso a pieni voti.
Biasci (Catanzaro): batte Loria con un destro potente e preciso sfruttando al meglio un assist perfetto di Sounas. L'ovazione del "Ceravolo" al triplice fischio è ulteriore adrenalina per prepararsi al meglio al prossimo delicatissimo doppio confronto.