Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / perugia / Primo Piano
A quale cifra si vuol acquistare il Perugia Calcio? Per oggi è attesa la risposta di Santopadre a Sciurpa...
venerdì 21 giugno 2024, 12:08Primo Piano
di Redazione Perugia24.net
per Perugia24.net

A quale cifra si vuol acquistare il Perugia Calcio? Per oggi è attesa la risposta di Santopadre a Sciurpa...

Scrive Francesca Mencacci su La Nazione che Claudio Sciurpa attende una riposta entro oggi da parte di Massimiliano Santopadre, ma ci sarebbe un nodo da sciogliere: nella nuova offerta manca la cifra. Sulla nuova proposta d’acquisto recapitata alla società di Pian di Massiano non c’è la cifra che la «squadra» dell’imprenditore sarebbe disposta a pagare per rilevare le quote del Perugia calcio. Nella pec di mercoledì Sciurpa chiede infatti un periodo di esclusività per avviare l’analisi della situazione finanziaria e legale della società: tre settimane durante le quali Santopadre si impegnerebbe a non avviare o portare avanti altre trattative. E solo dopo farebbe l’offerta. Nel documento del gruppo capitanato dall’amministratore delegato di Vitakraft, ormai ex main sponsor del Perugia, infatti, si farebbe riferimento solo alla possibilità di considerare un aumento dell’offerta di acquisto rispetto a quella precedentemente messa sul piatto del numero uno della società. Un aumento ancora da quantificare e solo dopo i controlli finanziari.

Il presidente Santopadre entro oggi dovrebbe rispondere quindi ad una proposta non completa, senza contare che solo a fine mese è prevista l’omologa del tribunale sullo stralcio del debito. C’è attesa per capire quella che sarà la prossima mossa: dal presidente Santopadre che vive in una contestazione ormai senza fine ma che vuole che venga riconosciuto il valore della società e dall’altra c’è un imprenditore che ha lavorato per mettere insieme un gruppo che si dice pronto a rilevare le quote della società. In mezzo una proposta non ancora definita del tutto, anche alla luce dell’atteso stralcio del debito che andrà sicuramente chiarita al più presto per consentire alla trattativa di prendere una piega definitiva: di decollare o di «morire». I tifosi biancorosi hanno manifestato il loro disappunto nei confronti del presidente Santopadre invitato a lasciare. Ma per lasciare ci vuole un’intesa tra chi compra e chi vende. I tempi stringono ed è per questo che intanto la società biancorossa ha iniziato a lavorare per il prossimo campionato, fissando anche il raduno per la prossima stagione.