Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / perugia / Serie B
Perugia, Santopadre: "Alvini qui poteva essere un eroe. Castori? Lo scelsi anni fa"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
mercoledì 15 giugno 2022, 20:49Serie B
di Tommaso Maschio

Perugia, Santopadre: "Alvini qui poteva essere un eroe. Castori? Lo scelsi anni fa"

Il presidente del Perugia Massimiliano Santopadre ha parlato in conferenza stampa parlando delle scelte di puntare su Matarazzo e Castori dopo gli addii di Comotto e Alvini: “Comotto è venuto in un momento complicatissimo e ci ha aiutato a superarlo. La scelta fatta riguarda soprattutto le competenze. Gianluca aveva più quella tecnica essendo uomo di campo, Matarazzo cura quella amministrativa. Con lui abbiamo collaborato quando aveva il ruolo di responsabile nel Benevento e ha fatto poi un percorso importante nella Lega di B. Aveva in ballo le offerte di altri club e quindi lo ringrazio. - continua Stantopadre come riporta Calciogrifo.it - quanto a Castori si porta dietro una grande esperienza e conoscenza del campionato e inoltre ci permette di dare continuità alla difesa a tre che ha portato ottimi risultati. Quando con il Trapani tecnicamente fallito ci ha battuto nell’anno della retrocessione, nel tunnel ho pensato che prima o poi lo avrei chiamato. Ha grande professionalità oltre al valore dell’onestà e il principio basilare di giocarsi comunque e sempre la partita. Alvini? Ci siamo trovati di fronte alla solita vecchia storia, prendono la decisione e poi te lo vengono a dire, a fare il pianto greco e non domandare per avere una risposta. Da un lato non mi meraviglia più, ma dall’altro resto ferito. Alvini è andato dietro a qualcosa che oggi pensa sia più importante, ma qua poteva essere un eroe. Se oggi mi chiedono di fare il presidente della Roma, rifiuto. Secondo me abbiamo sottovalutato troppo la rosa per i giocatori importanti che abbiamo rispetto a quanto è stato sopravvalutato l’allenatore. Voltiamo pagina senza avere niente contro l’uomo Alvini”.