Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / pordenone / In Copertina
Pordenone Calcio: assicurazioni per Mimmo Di Carlo
mercoledì 25 maggio 2022, 08:37In Copertina
di Redazione TuttoPordenone
per Tuttopordenone.com
fonte Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

Pordenone Calcio: assicurazioni per Mimmo Di Carlo

La fine di maggio si sta avvicinando e con essa la data in cui era stata ipotizzata la conclusione della trattativa per l’ufficializzazione dell’arrivo di Mimmo Di Carlo sulla panca del Pordenone al posto di Bruno Tedino che sta ancora lavorando al De Marchi con i ramarri, ma il cui divorzio dal clan neroverde è già stato ufficializzato da dodici giorni. Il protrarsi delle discussioni fra la stanza dei bottoni neroverde e Di Carlo non riguarderebbe l’entità dell’ingaggio, ma le effettive ambizioni della società. Mimmo non è certo tipo da accettare un programma che non preveda come obiettivo la crescita e il ritorno in serie B. Da Vicenza giungono poi voci che il tecnico di Cassino non avrebbe nessuna intenzione di rinunciare allo staff che lo accompagna da sette anni e che comprende alcune figure ricoprenti ruoli già occupati al De Marchi da professionisti con contratto in vigore. Il tecnico avrebbe rigettato la proposta che gli era arrivata dall'estero proprio perchè la controparte voleva ingaggiare solo lui e non i suoi assistenti. Importante sarà anche la collaborazione fra tecnico e operatori di mercato sulla scelta dei giocatori che comporranno il roster che affronterà la stagione in serie C onde evitare gli errori commessi durante le ultime sessioni che hanno inciso non poco sul cammino della squadra.

Nei giorni scorsi è già stato riportato l’interesse del Pordenone per l’attaccante Minesso del Modena, per lo svincolato Battocchio, centrocampista, per il difensore Barlocco dell’Entella e del regista Agazzi della Ternana. Si sta valutando poi il rientro a casa dei giocatori ceduti in prestito. Camporese (30 presenze totali) è stato più volte rimpianto dai neroverdi nel corso della stagione appena conclusa con la retrocessione. Con la casacca del Cosenza ha messo a segno 5 reti che unite alle due realizzate in precedenza con il Pordenone hanno composto un bottino di sette gol decisamente ragguardevole per un difensore. Kupisz mandato a Reggio Calabria non ha fornito prestazioni a livello di Camporese, ma ha comunque totalizzato 16 presenze con la Reggina. Amato Ciciretti non aveva convinto nella prima parte della stagione a Pordenone e non ha fatto grandi cose nemmeno a Como dove ha realizzato due sole reti. Chrzanowski mandato al Wisla Plock nella massima divisione del campionato polacco ha collezionato dodici presenze. Sono elementi da valutare con attenzione. I tifosi neroverdi si augurano soprattutto che possano rientrare due dei loro beniamini ovvero Gianvito Misuraca ceduto in prestito al Bari (solo cinque presenze da subentrato nel Bari) e Salvatore Burrai protagonista di una ottima stagione a Perugia dove ha collezionato trentatre presenze impreziosite da due gol e da otto assist.