Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / pordenone / In Copertina
Pordenone Calcio: cantiere neroverde
lunedì 23 maggio 2022, 09:58In Copertina
di Redazione TuttoPordenone
per Tuttopordenone.com
fonte Il Gazzettino di Pordenone - Giuseppe Palomba

Pordenone Calcio: cantiere neroverde

I ramarri continuano ad allenarsi al De Marchi in attesa del rompete le righe definitivo, ma già cominciano a diffondersi le prime voci di calciomercato legate ai neroverdi. Tuttavia la data d’inizio della finestra di mercato dell’estate 2022 è ancora lontana e l’amarezza per la perdita della serie B essendo ancora non digerita, ha indotto la dirigenza ad affacciarsi alla prossima finestra del mercato con oculatezza ed intelligenza al fine di non commettere ulteriori errori come nella passata stagione ma di ripartire in serie C con rinnovata competenza. Sono diversi i nomi che vengono accostati al Pordenone dai siti specializzati in calciomercato. Tra di essi circolano quelli di Minesso del Modena, dell’italo argentino Battocchio centrocampista classe 92 svincolato, Barlocco 27enne difensore dell'Entella e su Agazzi regista 29enne della Ternana. I dirigenti neroverdi restano vigili sul mercato ma le operazioni di questa estate verranno concordate solo dopo l'arrivo del nuovo tecnico che, salvo imprevisti, sarà Di Carlo che dovrebbe firmare nei prossimi giorni. Si potrà ripartire intanto forti dei proventi del Fondo Paracadute LNPB. Si tratta di uno strumento di mutualità garantito dalla Lega di Serie B alle società che retrocedono in Serie C e che potrebbe far arrivare nelle casse neroverdi quasi due milioni di Euro spalmati su piu' gestioni sportive. Inoltre sono previste ulteriori entrate nelle casse neroverdi dai premi per il minutaggio dei giovani fatti giocare nel campionato appena concluso. Non solo. Ci saranno poi gli incassi derivanti dai premi dii valorizzazione dei giovani ceduti in prestito al Pordenone, come Cambiaghi dell’Atalanta e Dalle Mura della Fiorentina freschi di chiamata in nazionale maggiore, dai riscatti dei giocatori ceduti in prestito con obbligo di riscatto in caso di eventuale promozione in serie A del Monza (Ciurria e Diaw girato al Vicenza), al Cosenza fresco di salvezza di Camporese, Magnino al Modena promosso in serie B e Ciciretti girato con diritto di riscatto al Como. Inoltre il rooster neroverde è ampiamente fornito di giocatori di prospettiva e a lunga scadenza di contratto che fanno gola a molte società di serie B e C. Con molta probabilità, come successo per Paci, verrà rescisso il contratto a Rastelli che libererebbe i ramarri di un ingaggio oneroso. Altri proventi potrebbero arrivare da Frosinone o dal Modena di Tesser, neopromosso in serie B, che sono fortemente interessati a Perisan. Il portiere neroverde, riscattato dall’Udinese, ha collezionato 32 presenze in cadetteria. Il suo valore si aggirerebbe intorno al milione e centomila euro. La dolorosa retrocessione del Pordenone in serie C dopo tre anni in cadetteria quindi non tutta è da buttar via.

LA SITUAZIONE - Rientreranno a Pordenone Misuraca e fresco di promozione in B con il Bari e Magnaghi capocannoniere in serie C con il Pontedera. Con molta probabilità tornerà in Puglia Andreoni, difensore classe 92. Verranno rinnovati i prestiti dall'Imolese di Torrasi, centrocampista classe 99 prodotto della cantera del Milan e di Candellone (classe 97) con il Napoli. Di Serio e Vokic faranno invece ritorno a Benevento. Per Alessandro Lovisa (classe 2001) pare sia finita l'esperienza in neroverde e farà ritorno a Firenze. Difficilmente saranno prolungati i prestiti di Iacoponi dal Parma, Deli dalla Cremonese, Anastasio dal Monza e Pellegrini dal Sassuolo. Bindi e Stefani hanno ufficialmente appeso le scarpette al chiodo. Per l'ex capitano si prevede un futuro in società dove gli verrà affidato con molta probabilità la conduzione degli U17. Si potrà ripartire dal portiere Fasolino (scadenza giugno 2022); i difensori El Kaouakibi (giugno 2024), Sabbione (giugno 2023), Barison (giugno 2024), Valietti (giugno 2022), Bassoli (giugno 2023), Perri (giugno 2024); dai centrocampisti Gavazzi (2022), Zammarini (giugno 2024), Pasa (giugno 2023), Onisa (giugno 2024) e Biondi (giugno 2025); dagli attaccanti Mensah (giugno 2023), Secli, Butic (giugno 2024) e Sylla (giugno 2024).