Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / pordenone / In Copertina
Pordenone Calcio: ramarri verso il futuro
martedì 28 giugno 2022, 08:47In Copertina
di Redazione TuttoPordenone
per Tuttopordenone.com
fonte Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

Pordenone Calcio: ramarri verso il futuro

Solo l’8 luglio il Consiglio Federale renderà note le società che, avendo superato l’esame della Covisoc, saranno ammesse a partecipare al campionato di serie C 2022-23. La scorsa stagione fra le sessanta società aventi diritto ebbero problemi Carpi, Casertana, Novara e Sambenedettese oltre al Gozzano che aveva rinunciato a priori all’iscrizione. Quest’anno pare che le cose siano andate molto meglio, ma solo l’8 luglio si saprà se effettivamente saranno accettate tutte le società richiedenti. Nel girone A dovrebbero figurare, oltre al Pordenone, Renate, Lecco, FeralpiSalò, Pro Vercelli, Juventus Under 23, Pro Patria, AlbinoLeffe, Virtus Verona, Trento, Triestina, Pro Sesto, Padova, Mantova, Novara, San Giuliano City (neopromossa), Arzignano (neopromossa), Vicenza, Pergolettese e Alessandria. Nel girone B dovrebbero essere inserite Reggiana, Cesena, Virtus Entella, Pescara, Ancona Matelica, Gubbio, Olbia, Carrarese, Fiorenzuola, Montevarchi, Piacenza, Pontedera, Recanatese (neopromossa), Rimini (neopromossa), San Donato Tavarnelle (neopromossa), Siena, Vis Pesaro, Imolese, Lucchese e Teramo. Nel girone C infine dovrebbero esserci Audace Cerignola, Avellino, Campobasso, Catazaro, Crotone (retrocessa), Fidelis Andria, Foggia, Gelbison (neopromossa), Giugliano (neopromossa), Juve Stabia, Latina, Monopoli, Monterosi, Picerno, Potenza, Taranto, Turris, Virtus Francavilla, Viterbese e Messina. Una volta avuta la certezza che tutte le sessanta squadre aventi diritto hanno depositato presso gli uffici competenti la domanda d’iscrizione alla serie C Frabcesco Ghirelli ha voluto far sentire la sua voce.

“Ringrazio – ha detto il presidente della Lega Pro come riportato dall’ANSA - i presidenti dei club, che con la loro azione imprenditoriale e con un concreto sacrificio finanziario hanno dato reputazione al calcio che fa bene al Paese e credibilità alla fabbrica dei sogni. I presidenti di serie C, nonostante le attuali difficoltà e con uno sforzo ammirevole, hanno gettato le basi per un futuro senza squilibri del campionato di Lega Pro".

Si è voluto in altre parole sottolineare l’intervento di singoli personaggi che in serie C sborsano di tasca propria a differenza dei club di serie superiori gestiti spesso da finanziarie, alcune a livello internazionale. Ne sa qualcosa al riguardo il popolo neroverde che ha visto salire il Pordenone dai dilettanti sino alla serie B e addirittura ai playoff per la promozione in serie A (poi persi con il Frosinone di Alessandro Nesta) in gran parte grazie alla disponibilità economica e all’amore per la casacca neroverde da lui stesso indossata di Mauro Lovisa. Gli imprenditori locali, salvo poche eccezioni fra le quali è impossibile non nominare il presidente onorario Giampaolo Zuzzi, non hanno certo condiviso la stessa passione sportiva per i ramarri. Recentemente re Mauro ha aperto la porta anche a potenziali soci di altre regioni e di altre nazioni. Lui stesso una settimana fa ha dichiarato che ci sarebbero stati degli incontri con potenziali nuovi soci a fine mese, Sarebbe in programma un vertice con imprenditori aventi interessi in Africa, ma sino ad ora non ci sono state comunicazioni ufficiali al riguardo.

Intanto al De Marchi si continua a lavorare per essere pronti a operare sul mercato estivo dopo l’apertura ufficiale dello stesso che avverrà fra tre giorni. E' già stata ufficializzata la cessione del portiere Samuele Perisan all’Empoli. Al suo posto potrebbe arrivare dall’Udinese (da dove arrivò lo stesso Perisan) Manuel Gasparini. Si è parlato nei giorni scorsi pure di un interesse del Pordenone per il centrocampista Marco Beccaro del Sudtirol e dell’attaccante Tomi Petrovic che sta rientrando alla Virtus Entella da dove era andato in prestito al Lecco.