Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / pordenone / In Copertina
Centro Sportivo De Marchi: il Comune compra i beni del Pordenone che erano rimasti dentro
domenica 16 giugno 2024, 21:24In Copertina
di Redazione TuttoPordenone
per Tuttopordenone.com
fonte Il Gazzettino di Pordenone

Centro Sportivo De Marchi: il Comune compra i beni del Pordenone che erano rimasti dentro

Se fosse poker, si potrebbe parlare di “all-in”. Già che c’è, infatti, il Comune di Pordenone vuole tutto: non solo il centro sportivo Bruno De Marchi inteso come “contenitore”, ma anche una bella lista di oggetti che erano di proprietà del Pordenone Calcio, inteso come il club dichiarato fallito che era nelle mani dell’allora presidente Mauro Lovisa. Il Municipio, infatti, ha proposto al curatore fallimentare del Pordenone Calcio un’offerta irrevocabile d’acquisto dei beni di proprietà del club neroverde che sono stati ritenuti utili per le attività del Comune. E dentro la lista c’è un po’ di tutto, per un valore che si fer- ma appena al di sotto dei 40mila euro totali.

LA SPESA - Spesa intesa sia come esborso economico che come un’ideale passeggiata tra le corsie di un supermercato. L’allegato della determina con la quale il Comune di Pordenone ha sancito la volontà di comprare diversi beni del “vecchio” Pordenone Calcio, infatti, è piuttosto corposo. Si parte ad esempio da venti panchine di quelle che si possono trovare negli spogliatoi interni. Sono complete di appendiabiti e costano in questo caso dai 30 ai 18 euro. Dipende dalla dimensione. Il Comune vuole averle per sé. Scorrendo l’elenco, poi, si trova una porta da calcio con le misure regolamentari. Valore stimato, 150 euro. Dopodiché si sale eccome di prezzo, perché si incontra un trattore John Deere utilizzato in passato per tirare a lucido i terreni di gioco del complesso sportivo Bruno De Marchi di Villanova. In questo caso il valore è di 3.800 euro. Si parla comunque sempre di beni in li- quidazione. Settecento euro, invece, per un trattorino tagliaerba della Husqvarna e 1.850 per il suo “gemello” di nuovo di marca John Deere. Si incontra poi un soffiatore da spalla dal costo di 90 euro.

LE PARTICOLARITÀ - L’articolo più costoso di tutta la lista è però una bucatrice di marca Toro. Vale 8mila euro ed è uno strumento fondamentale per la manutenzione dei campi. Ci sono poi un’aspirapolvere, un’idropulitrice, un motocoltivatore, un compressore portatile, un decespugliatore. E poi un box da cantiere da 100 euro, ma anche il defibrillatore che serviva il centro sportivo Bruno de Marchi quando era ancora popolato di calciatori. Si possono trovare anche 48 sedie di plastica, da comprare a 480 euro “in saldo”.

L’AREA BAR - Il Comune di Pordenone sta per comprare anche gli elementi che componevano il vecchio bar del centro sportivo di Villanova. C’è il registratore di cassa, ad esempio, ma anche il bancone del bar stesso con tanto di vetrina refrigerata. Costo stimato, mille euro. E ancora “pentolame vario”, un lavello, una colonna frigo e un’affettatrice. In vendita pure gli attrezzi utilizzati in palestra: dal tapis roullant da mille euro alle panche ad inversione. Tutto materiale che il Comune, una volta perfezionato l’acquisto, potrà riutilizzare e mettere a disposizione delle associazioni del territorio oppure del De Marchi stesso. Un centro sportivo che dovrà avere una nuova veste: non più solamente un luogo deputato al calcio ma una casa per diversi sport, dalla mattina sino alla sera inoltrata.