Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / A tu per tu
…con Roberto De FantiTUTTO mercato WEB
martedì 21 marzo 2023, 00:51A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Roberto De Fanti

“Alla luce delle convocazioni singolari da parte di Mancini, siamo abbastanza rammaricati della mancata convocazione di Borini in Nazionale”. Così a Tuttomercatoweb l’operatore di mercato Roberto De Fanti tra gli altri agente di Fabio Borini.

Sarà per la carta d’identità?
“Non può essere una questione di eta', perché ad oggi ha convocato giocatori più anziani di Fabio che ha 31 anni e non può essere assolutamente una questione di numeri, visto che Borini con 15 gol e 9 assist) e' il giocatore italiano che ha segnato più gol di qualsiasi attaccante italiano in stagione, in Europa e non. È quindi una convocazione che sicuramente si sarebbe meritata


Come procede in Turchia?
“Istanbul e' una città straordinaria e la sua famiglia e' integrata ; è allenato da Andrea Pirlo, che gli sta facendo esprimere il miglior calcio che abbia mai giocato in carriera.
È stato votato miglior giocatore del campionato turco del girone di andata. Per questo motivo sono sorpreso che Pirlo non abbia ricevuta una sola chiamata dallo staff tecnico della Nazionale in questo paio di mesi”.

Perché non è andato al Verona?
“il giocatore sarebbe rientrato volentieri in Italia e Verona e' una piazza dove si e' trovato bene nella sua precedente, seppur breve esperienza.
Ma pure essendoci stato interesse concreto anche da club più blasonati, il Karagumruk ha ritenuto meglio mandare il giocatore a scadenza che correre il rischio di retrocedere, considerando che sarebbe stato impossibile sostituirlo a gennaio visto i numeri tecnici sopraccitati”.