Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Editoriale
Vedi questa Roma e pensi a quanto tempo si è perso in precedenzaTUTTO mercato WEB
lunedì 4 marzo 2024, 19:15Editoriale
di Luca d'Alessandro
per Vocegiallorossa.it
fonte Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro

Vedi questa Roma e pensi a quanto tempo si è perso in precedenza

La Roma non si ferma più (non fermatela) e a Monza arriva la sesta vittoria su sette partite in Serie A nella nuova gestione De Rossi. 4 gol più 1 annullato col VAR e la squadra di Palladino viene annichilita. Una perla di Pellegrini, una zampata di Lukaku e due magie balistiche da fermo di Dybala e Paredes. La Roma finalmente, sul campo, ha i suoi fab four. Otto partite sono ancora sempre troppo poche per poter giudicare a pieno, ma partita dopo partita, vittoria dopo vittoria, la sensazione è quella che porta alla domanda: ma quanto tempo è stato perso? 

Non si tratta di un discorso è meglio De Rossi di Mourinho o di confronto tra i due, visto che è improponibile. Si tratta semplicemente di giudicare quello che si vede sul campo. Abbiamo avuto una prima parte di stagione in cui lo spartito era sempre lo stesso, si vedeva una squadra svogliata, priva di idee, che andava avanti di inerzia sfruttando le giocate individuali. Adesso, finora, vedi una squadra che gioca, si diverte, gioca in casa e in trasferta alla stessa maniera. Una squadra convinta in quello che fa (dopo un periodo di apprendimento), con le individualità non più jolly da tirare fuori dalla manica nei minuti finali, ma un plus in un processo corale. Ecco che iniziano i rammarichi per una classifica tornata buona, ma che, visto quanto esprime il campionato e quanto si vede sul campo, poteva essere decisamente migliore, specie in un anno in cui il Napoli e la Lazio (2/4 delle squadre italiane Champions) stanno steccando. 

Chi ha tempo non aspetti tempo e questa Roma ne ha relativamente poco per tornare, finalmente, in quella Champions League da cui è assente da troppo. Il cambio di rotta serviva, è arrivato, ora bisogna continuare sulla rotta tracciata e tutti i segnali lasciamo sperare per il meglio.