Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Editoriale
Nicola di nuovo in discussione per il modo in cui è arrivata la sconfitta. La società deve decidere in fretta
martedì 15 novembre 2022, 00:00Editoriale
di TS Redazione
per Tuttosalernitana.com

Nicola di nuovo in discussione per il modo in cui è arrivata la sconfitta. La società deve decidere in...

A cura di Manuel Parlato

Due sconfitte consecutive e la panchina di Nicola traballa di nuovo. Lui non si sente in discussione, ma le ombre dei possibili sostituti sono di nuovo tornate. Da Mazzarri a Di Francesco, arrivando ad Andreazzoli fino al sogno Ranieri. Quella di Monza è stata una sconfitta pesante non tanto per la classifica con dieci punti di distanza dalla zona calda, ma per il modo in cui è arrivata. Con una Salernitana fin dall’inizio a difendersi con gli esterni troppo bassi. Se ti difendi sempre è inevitabile che si prende gol. Il primo, il secondo ed il terzo, senza dare segnali di risposta. Un po’ come contro il Sassuolo: squadra non pervenuta. E allora le valutazioni vanno fatte, purtroppo sono tardive perché la prima colpevole della situazione è la società che ha speso, ma che se non soddisfatta avrebbe potuto decidere di cambiare. Oppure cambiare ad inizio stagione se non si è convinti dell’allenatore. Non dirlo, anzi comunicarlo male e poi non farlo perché arriva la vittoria. Questa squadra lo ripetiamo ha tutte le potenzialità per arrivare ad una salvezza diciamo tranquilla rispetto all’anno scorso, ma se la dirigenza ritiene di poter ambire a qualcosa di più allora prenda una decisione netta e perentoria. Tempo per pensare per fortuna c’è tutto grazie alla sosta lunga di campionato. Ma che la decisione venga presa in tempi brevi e con un breve comunicato, non con mille parole.