Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Interviste TC
INTERVISTA TC - Cevoli: "Stagione da 8 in pagella, girone d'andata superlativo"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 25 maggio 2022, 16:00Interviste TC
di Antonino Sergi
per Tuttoc.com

INTERVISTA TC - Cevoli: "Stagione da 8 in pagella, girone d'andata superlativo"

Subentrato dopo una sola giornata di campionato, un cammino più che soddisfacente quello del Renate di Roberto Cevoli che alla fine ha deciso di lasciare il club lombardo in attesa di un progetto ancora più ambizioso. Ai microfoni di TuttoC.com, ha parlato così l'ex tecnico di Imolese e Reggina.

Mister un voto alla sua stagione e quella del Renate.
"Abbiamo fatto un ottimo campionato, se devo dare un voto darei un bel otto. Sono arrivato il 28 agosto al Renate, non ho fatto il ritiro ed ho trovato una squadra già fatta. Ho detto alla società di non intervenire negli ultimi giorni di mercato. Abbiamo fatto un girone d'andata superlativo rimanendo sempre vicino alle prime senza Kabashi, Rada e Guglielmotti e poi a gennaio è stato ceduto Galuppini che era il capocannoniere del girone".

Ha trovato un Renate più pronto rispetto alla prima volta?
"Ho trovato un Renate con basi più solide, la società ha fatto un gran lavoro costruendo uno zoccolo duro che reagisce bene ogni anno ai nuovi arrivi facendo sempre degli ottimi campionati. Grazie a questo gruppo di ragazzi riesce sempre ad ottenere ottimi risultati".

Non si può dire che Cevoli non valorizzi gli attaccanti, Maistrello e Galuppini bomber. Si aspettava le difficoltà di quest'ultimo al Sudtirol?
"Galuppini era capocannoniere, Maistrello non aveva mai fatto tutti questi gol ma ricordo anche alla prima esperienza a Renate c'era Gomez che andò per la prima volta in doppia cifra. Forse sono un po' fortunato con gli attaccanti. Per quanto riguarda Galuppini mi aspettavo qualcosa in più al Sudtirol, poi però dopo non è facile inserirsi in un gruppo già ben rodato. Forse Francesco ha pagato questa cosa".

Alla fine il Girone A ha due squadre in semifinale playoff:
"Tutti pensano che il Girone A sia quello più facile, poi ci si rende conto che alla fine nei playoff arrivano sempre quelle di questo girone. Si conferma sempre un girone molto delicato".

Se il Padova non è una sorpresa, lo è la Feralpisalò?
"Il Padova per la rosa che ha costruito ci si aspettava qualcosa in più, ha speso molto con giocatori di categoria superiore. La Feralpisalò è stata costruita molto bene dal direttore Magoni che conosco molto bene, allenata anche molto bene avendo risultati che meritava. Ultimamente ci credono molto, si è visto proprio nella gara contro la Reggiana". 

Cosa c'è nel futuro di Roberto Cevoli?
"Spero di trovare subito una squadra e cominciare dal ritiro, è una parte dell'annata fondamentale. Non dipende solo da me, mi farebbe tanto piacere trovare una squadra con le mie ambizioni. Alla fine i matrimoni si fanno sempre in due".