Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone C
Top & Flop di Juve Stabia-TurrisTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency
domenica 11 settembre 2022, 19:50Girone C
di Tommaso Ferrarello
per Tuttoc.com

Top & Flop di Juve Stabia-Turris

Possiamo definirlo il Derby della noia quello giocato quest'oggi tra Juve Stabia e Turris, e terminato 0-2 per gli ospiti guidati da Padalino. La più classica delle partite di inizio stagione ma, nonostante il prestigio della sfida, le due formazioni hanno dimostrato di essere ancora piuttosto compassate e con i piani di gioco da oliare ulteriormente.

Il primo tempo è più da sbadiglio che altro, con ritmi bassi e fiacchi, ed entrambe le squadre forse troppo impaurite dall'importanza della gara. Dopo 26 secondi Altobelli sfiora clamorosamente il gol del vantaggio, con un tap-in di testa poco preciso terminato a lato. Da lì in avanti, però, le occasioni latitano, con la Turris che guadagna metri e impensierisce la retroguardia di casa con due sgasate sul fondo di Ercolano. Al 37' è Giannone a sfruttare un contropiede ben eseguito dai compagni e a provare la conclusione col mancino, senza però infastidire particolarmente Barosi. Duplice fischio che manda le due squadre negli spogliatoi con il totale equilibrio a regnare.

La ripresa si apre in maniera un po' più vivace, con la Turris che trova il vantaggio con Leonetti al 53'. Solita discesa di Ercolano, cross sul secondo palo e Leonetti velocissimo ad arrivare sul pallone per chiuderlo in porta. La Juve Stabia prova a rispondere al 63' con un tiro terrificante di Pandolfi, ma Perina è straordinario a deviare il pallone sul palo per salvare i suoi. I cambi di Colucci danno nuova verve alle vespe, specialmente è il giovane Guarracino che prova ad alzare i giri del motore dei padroni di casa con un paio di accelerazioni sulla destra. Al 72', però, l'esperto Tonucci lascia in dieci la Juve Stabia per un fallo da gioco pericoloso. Al 76' arriva il gol che chiude la partita. Discesa sulla sinistra di Haoudi che, lasciato troppo libero anche dall'inferiorità numerica, riesce a entrare in area e battare Barosi con un tiro di sinistro a incrociare. Girandola di cambi e poco altro nei restanti 15' di gara, con un paio di buone discese di Guarracino e D'Agostino sulle fasce, ma la Turris regge a livello difensivo e porta a casa i primi 3 punti stagionali. Prestazione molto convincente per gli uomini di Padalino che in una gara piuttosto brutta appaiono comunque molto efficaci. Da rivedere, invece, la partita giocata dalla Juve Stabia, decisamente insufficiente per ritmi e qualità di gioco.

Ecco i Top & Flop della partita:

TOP:

PANDOLFI (Juve Stabia): è l'unico dei padroni di casa a provarci fino alla fine. Sbattaglia e lotta su tutti i palloni con determinazione e coraggio, andando anche vicino al gol del pareggio nella ripresa. Costretto ad uscire stremato per crampi. CARROARMATO.

HAOUDI (Turris): partita di grande qualità del giovane centrocampista della Turris. Regia, pulizia tecnica, visione e tempi di gioco. Quando la sfera passa dai suoi piedi, la qualità della manovra aumenta. Chiude la partita con la ciliegina sulla torta: gol del 0-2 e partita chiusa. FUTURO.

FLOP:

TONUCCI (Juve Stabia): lascia i suoi in dieci in un momento nevralgico e decisivo della partita, abbassando ulteriormente le possibilità di un pareggio. Da uno della sua esperienza certe cose non ce le si aspetta. Fallo evitabile, come il doppio giallo. INGENUO.

MANIERO (Turris): continua il processo di ambientamento del centravanti 34enne che oggi fatica a smarcarsi con continuità ed efficacia. Si vede troppo poco se non su un colpo di testa pericoloso ad inizio ripresa. Lascia il campo poco dopo senza aver lasciato un'impronta importante come solo lui sa fare. IN FASE DI AMBIENTAMENTO.