Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone C
Foggia, Gallo: "Il Messina non ci inganni. Difficile definire ora degli obiettivi"TUTTOmercatoWEB.com
Fabio Gallo
© foto di Andrea Rosito
mercoledì 30 novembre 2022, 10:15Girone C
di Valeria Debbia
per Tuttoc.com

Foggia, Gallo: "Il Messina non ci inganni. Difficile definire ora degli obiettivi"

Il Foggia, reduce da un passo falso e un parziale riscatto - il ko casalingo nel derby contro l'Audace Cerignola e il pari agguantato in rimonta sul campo del Monterosi Tuscia - cerca di ripartire a pieno ritmo quest'oggi contro il Messina. La gara è stata presentata da mister Fabio Gallo in conferenza stampa, come riportato dai colleghi di FoggiaGol.it: "Qualcosa cambierò sicuramente. Quella di domani (oggi, ndr), ha un’importanza molto alta. Aver ricominciato a pareggiare col Monterosi è buono, ci ha aiutato a riprenderci dalla batosta della partita contro il Cerignola. Non ci dobbiamo far ingannare da questa partita contro il Messina. Cercheremo di affrontarla al massimo e un po’ più sereni rispetto a quella di domenica. I ragazzi riusciranno ad affrontare il 3-4-3 del Messina. D’Ursi è rientrato da lunedì, ha iniziato una ripresa graduale e gli darò del tempo. Malomo, Papazov e Schenetti fuori. Ho convocato anche dei ragazzi dalla Primavera. Non sappiamo dove vuole arrivare questo Foggia, arriverà giornata dopo giornata. Adesso è difficile definire quale è l’obiettivo del Foggia, verso marzo lo sapremo e lo vedremo. Il condizionale è d’obbligo adesso. Ci sarà tanto da fare. L’importante è quello che riusciremo a proporre io e la squadra. Ogni tanto anch’io sono stanco, come è successo domenica. Ero stanco. Le dimissioni di dicembre che si vociferano sono false, smentisco tutto. Chiaro che qualche figura in questo momento è venuta a mancare, Canonico è il mio presidente. Le altre persone non le ho sentite. Non so quale sia il futuro. Ribadisco, sono contento di allenare il Foggia e che i ragazzi mi abbiano preso come punto di riferimento. A Foggia devi vincere, ci devi provare. Quello che è a metà, fa parlare, fa rumore. Negli anni quello che è successo ha segnato la società e la piazza. Mi ricordo quando ero in B, che allenavo lo Spezia, dei problemi societari. Ci sono stati troppi sali scendi. Devi programmare qualcosa, in modo chiaro”.