Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone A
Triestina, Tesser: “Se pensiamo che non si perda mai siamo fuori strada”TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 dicembre 2023, 21:30Girone A
di Sebastian Donzella
per Tuttoc.com

Triestina, Tesser: “Se pensiamo che non si perda mai siamo fuori strada”

Attilio Tesser, tecnico della Triestina, ha commentato al sito ufficiale alabardato la sconfitta nel recupero contro l'Atalanta U23: "Se pensiamo che non si perda mai siamo fuori strada e diamo un messaggio sbagliato. Sono stati due tipi diversi di prestazione tra primo e secondo tempo, giocavamo contro una squadra forte e l'hanno fatto vedere. Penso che la prestazione del primo tempo sia stata condizionata dal primo gol, sul quale ci sono parecchi dubbi sull'episodio che l'ha generato, però eravamo più lenti rispetto a qualche giorno fa, in mezzo al campo hanno avuto il predominio e vinto molte seconde palle. Abbiamo avuto un paio di situazioni con Redan, una molto importante nella quale è stato rimpallato all'ultimo al momento del tiro e nel finale poi è arrivato anche il loro secondo gol. 

Il secondo tempo è stato migliore, abbiamo vinto diversi duelli e con i tre attaccanti abbiamo giocato più in profondità, penso mettendoli molto in diffi oltà perché Matosevic non ha più toccato palla. Abbiamo segnato e dopo il gol abbiamo avuto due occasioni clamorose con Finotto e Adorante, occasioni pulite. Se facciamo il 2-2 magari commentiamo questa partita in maniera molto positiva, quando perdi si guarda invece più al lato negativo. Noi ci siamo stati, reduci da un lungo periodo positivo e da una bella prestazione sabato, abbiamo trovato una squadra che ha vinto quindi facciamo loro i complimenti. 



Il contributo positivo dalla panchina? Da inizio stagione batto su questo tasto, Germano è entrato molto bene, la volta prima era entrato molto bene Ciofani. C'è rammarico per aver trovato un campo pessimo, decisamente il peggiore anche più del nostro, anche questo ha impedito di giocare a calcio meglio, c'è stata la volontà fino in fondo di provare a riprenderla e questa è la parte migliore, all'intervallo ho detto loro di crederci, di migliorare rispetto alla prestazione che fin lì stavano facendo e l'abbiamo fatto. Alla fine c'è un po' di rammarico perché loro hanno vinto e non c'è nulla da dire, ma le occasioni avute per pareggiare sono state troppo grosse per non aver rammarico, di fronte a una squadra che non ci ha più impensierito nemmeno in ripartenza e con spazi che abbiamo coperto bene. 

Inutile guardare indietro, bisogna rialzarsi, ci aspetta una partita molto importante, impegnativa e contro una squadra in grande salute. Dobbiamo ritrvoarci noi, recuperare energie perché ricordiamoci che veniamo da quattro partite in dieci giorni e in alcuni giocatori nella prima parte la stanchezza si è vista. Ho optato per tre punte anziché puntare su El Azrak perché volevo giocare uno contro uno coi loro tre difensori, se guardiamo poi il gol di Adorante e le altre due grosse occasioni create, di questa situazione posso essere soddisfatto ed è quella che ci ha consentito di riaprire la partita e di rischiare di ribaltarla in maniera importante".