Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone A
Padova, Zanellati: "A nessuno piace non giocare, crediamo nella rimonta"TUTTO mercato WEB
© foto di Francesco Inzitari/I love Giana
venerdì 1 marzo 2024, 23:45Girone A
di Marco Pieracci
per Tuttoc.com

Padova, Zanellati: "A nessuno piace non giocare, crediamo nella rimonta"

Le parole in conferenza stampa di Alessandro Zanellati, portiere del Padova, in vista della sfida di domenica contro il Renate: "Teniamo alla Coppa quanto il campionato. Sul fatto del minutaggio abbiamo la possibilità di giocarci due partite vere per provare a conquistare un trofeo. Quando fai due annate giocando meno ci sono tanti momenti di down - riporta trivenetogoal.it - perché a nessuno piace non giocare. Il giocatore di movimento ha la possibilità sempre di entrare, mentre per il portiere è difficile. Non sei sempre nel vivo del gioco, c’è difficoltà e lo ammetto. Sono contento di essere riuscito a rimanere concentrato. A Catania non ho mai giocato, sono contento di poter calcare il campo del Massimino. Ringrazio Donnarumma e c’è anche amicizia, c’è dialogo e rispetto della persona. I portieri fanno un gruppo sempre a parte.

Siamo tutti uniti per un obiettivo, si è creata un’alchimia e rispetto fra di noi. Anche se il Mantova avesse 10-12 punti di vantaggio noi saremmo sempre lì, siamo determinati e non molliamo. Anche in Coppa sono stati alternati giocatori e credo che in questo periodo sia la testa a mandarci avanti. È proprio una questione di testa e di concentrazione. Sono in scadenza di contratto, l’obiettivo è sempre quello di giocare, io sono uno che pensa tanto. Temporeggio, quando arriverà il momento vedrò quale sarà la soluzione migliore per me. A gennaio non ho pensato di muovermi, è difficile quando non si gioca cambiare a metà stagione. Qualche idea c’è stata ma mi è passata di mente perché c’è un gruppo collaudato e ho pensato di continuare qui. Non so la società che intenzioni abbia, vedremo alla fine".