Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone C
Top & Flop di Avellino-CasertanaTUTTO mercato WEB
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
lunedì 19 febbraio 2024, 23:40Girone C
di Andrea Scozzafava
per Tuttoc.com

Top & Flop di Avellino-Casertana

L'Avellino torna a vincere al Partenio superando 2-1 la Casertana nel derby campano valevole per la ventisettesima giornata del Girone C di Serie C. Primo tempo a ritmi alti con i padroni di casa che partono forte e sbloccano immediatamente il punteggio grazie al colpo di testa vincente di Patierno su cross di Sgarbi. Forti del vantaggio, i biancoverdi continuano a spingere e al quarto d'ora di gioco raddoppiano: Sgarbi scappa a Bacchetti e serve a D'Ausilio un pallone da spingere solamente in fondo al sacco. Costretta a inseguire due reti, la Casertana cerca di reagire subito e al ventesimo rientra in partita con un rigore procurato e trasformato in maniera impeccabile da Curcio. I rossoblu prendono coraggio dopo il gol realizzato e cominciano a premere forte sull'acceleratore, con Ghidotti costretto a superarsi prima su un colpo di testa di Celiento e poi su un potente sinistro di Tavernelli. A differenza del primo tempo, la seconda frazione si gioca a ritmi più compassati con gli ospiti al comando delle operazioni e gli irpini pericolosi a più riprese: prima Armellino di testa gira alto sugli sviluppi di un corner di D'Ausilio e poi Patierno dall'interno dell'area non inquadra di poco lo specchio. Finale di gestione poi da parte dell'Avellino che rischia grosso solo su una conclusione di Toscano terminata di un soffio larga dopo un brutto pallone perso da Russo. Dopo quattro mesi, la truppa di Pazienza ritrova la via della vittoria davanti al proprio pubblico e sale a -7 dalla capolista Juve Stabia (-1 anche dal Picerno secondo). Con questa sconfitta, invece, gli uomini di Cangelosi interrompono una striscia di quattro risultati utili consecutivi e rimangono in piena zona play-off al sesto posto. Ecco qui i top e flop della sfida: 

TOP:

Lorenzo Sgarbi (Avellino): prestazione superlativa del classe 2001 biancoverde. Semina il panico sulla fascia destra e crea numerose occasioni per i compagni di squadra. Eccede di altruismo in alcune circostanze ma riesce a mandare in gol in un quarto d'ora sia Patierno che D'Ausilio. Sale a ben dieci assist in stagione con i due messi a referto stasera. INTRAPRENDENTE

Alessio Curcio (Casertana): buona partita del fantasista rossoblu. Tiene costantemente impegnata la retroguardia avversaria e riesce a rendersi pericoloso a più riprese dentro l'area di rigore biancoverde. Trasforma con freddezza un penalty che si era procurato e mette anche più volte i compagni nelle condizioni di segnare. MINACCIOSO

FLOP:

Tommaso Cancellotti (Avellino): gara al di sotto delle aspettative da parte del classe 1992. Si propone poco in avanti e dalla sua corsia di competenza arriva più di qualche pericolo nel primo tempo. Lascia fin troppa libertà di inventare a Curcio e solamente nella ripresa riesce a prendergli un po' le misure. INSUFFICIENTE

Loris Bacchetti (Casertana): brutta prova del difensore rossoblu. Soffre enormemente sin dalle battute iniziali le percussioni di Sgarbi e mister Cangelosi lo richiama in panchina dopo nemmeno mezz'ora per correre ai ripari. Aveva un cliente abbastanza scomodo, ma l'ex Feralpisalò poteva e doveva fare di più. IN DIFFICOLTA'