Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone A
Lopez: “Politica AlbinoLeffe è far crescere i giovani. Ho chiesto attaccante”TUTTO mercato WEB
Giovanni Lopez
© foto di Francesco Moscatelli
giovedì 23 maggio 2024, 09:35Girone A
di Redazione TC
per Tuttoc.com

Lopez: “Politica AlbinoLeffe è far crescere i giovani. Ho chiesto attaccante”

tmwradio
Ospite: Giovanni Lopez A TUTTA C con Cristiano Cesarini
00:00
/
00:00

Giovanni Lopez, allenatore dell’AlbinoLeffe, ha analizzato vari argomenti inerenti all’attuale stagione di Serie C su Tmw Radio, durante la rubrica 'A Tutta C'.

Mister si ritiene soddisfatto della stagione conclusa?

“Sono abbastanza soddisfatto perché siamo partiti da una squadra arrivata praticamente ultima l’anno scorso, a cui si sono aggiunti addii importanti come quello di Cocco, Mancini e Gelli. La richiesta del presidente per quest’anno era stata di dare un gioco e subire meno gol. Dal questo punto di vista abbiamo tenuto la porta inviolata per sedici volte, ciò che ci è mancato è stato invece un bomber. Per un certo periodo di tempo abbiamo anche pensato ai playoff, ma per problemi fisici e per l’inesperienza di alcuni ragazzi non ce l’abbiamo fatta. I giovani ci hanno però dato tanto. Per l’anno prossimo la richiesta che ho fatto è di un attaccante”.

Come ha cambiato il rendimento dall’anno scorso a quest’anno?

“Noi abbiamo giocato con gli stessi uomini di prima, ma abbiamo dato un ordine diverso. Siamo stati la questa miglior difesa fino a poche giornate dalla fine”.

Come ha lavorato con i ragazzi?

“Di ragazzi di prospettiva ce ne sono tanti; abbiamo già dato un giocatore in B, ma non posso dire né chi sia né in quale squadra giocherà. Da tenere d’occhio poi ci sono elementi come Zoma, Doumbia e Agostinelli. La politica della società è questa e noi contribuiamo a portarla avanti, anche con grande soddisfazione, perché veder crescere i giovani è molto bello”.

Come state lavorando per la prossima stagione?

“Con il Direttore Obbedio abbiamo buttato giù il piano per ciò che serve. Ho fatto alcune richieste di caratteristiche e ora in base al budget si proverà a trovare il meglio”.

Per i playoff come vede il Vicenza?

“Il Vicenza è la mia squadra del cuore, mi ha dato tantissimo da giocatore e allenatore. Per il livello avrebbero dovuto vincere il campionato e ora restano la squadra da battere per le proprietà tecniche che ha. Poi nella regular season è uscito fuori il Mantova, che ha stra meritato di vincere”.

Sulle altre partite dei playoff?

“Tra Benevento e Torres vedo un Benevento praticamente già qualificato, mentre la Juventus è una squadra che se imbrocca la partita sa far male, hanno giocatori di grandissima classe. Tra Avellino e Catania invece non saprei chi scegliere. Il Catania ha speso tanto per fare una squadra forte e penso che abbia risolto i problemi. Ora può giocarsela alla pari con gli uomini di Pazienza”.

Ci sono allenatori che l’hanno influenzata e ispirata nella sua carriera da giocatore?

“Renzo Ulivieri e Guidolin. Con loro ho vinto tanto e mi hanno dato più di tutti. Mi ci sento anche adesso”.