Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / turris / News
Primicile: "Rifarei la scelta Caneo, Menichini attende novità dalla società. Sul futuro della Turris..."
sabato 18 maggio 2024, 10:42News
di Vincenzo Piergallino
per Tuttoturris.com

Primicile: "Rifarei la scelta Caneo, Menichini attende novità dalla società. Sul futuro della Turris..."

Rosario Primicile, direttore sportivo della Turris, è intervenuto nel corso di Focus Serie C in onda su OttoChannel. Queste le parole del dirigente corallino: “Quale futuro per la Turris in mancanza di acquirenti? Non ho una risposta a questa domanda perché sento poco il presidente, soprattutto per quanto riguarda le questioni societarie. Mi dice che sta cercando interlocutori, ad oggi però si fa fatica a trovarli. Ci saranno state almeno una decina di manifestazioni d’interesse, da come mi ha raccontato il presidente. Poi bisogna valutare l’affidabilità. Sentendo il presidente telefonicamente, perché non lo vedo da una decina di giorni, lo sento molto provato e deluso. È una persona perbene: quando un presidente ci mette passione e mano alla tasca, merita rispetto. Ci sta la critica al sottoscritto, alla squadra, all’allenatore e allo stesso presidente, ma non bisogna mai andare sul personale. Questo è stato uno dei motivi per i quali Colantonio ha optato per le dimissioni.

Per fare il presidente di qualsiasi società, ci vuole coraggio. Ad oggi, purtroppo, tutte le società di calcio sono in passivo. Se inizi a valutare i dettagli su come deve essere strutturata la società, ci impieghi un anno per leggere le carte. Vicenda invernale? Forse il presidente, moralmente, sta pagando quella situazione che è accaduta a gennaio. Ha ammesso di aver sbagliato qualche passaggio in quel momento, ma fa male essere condannati a vita. Mio futuro? Ho parlato con il presidente, ci siamo presi tempo fino alla fine della prossima settimana. Se dovesse capitare qualcosa di importante, la valuteremo. Qualcosa mi è stato proposto, rispetto la famiglia Colantonio perché mi ha dato tanto: aspettiamo la prossima settimana e poi decideremo il nostro futuro. 

Contratto Caneo? Rifarei le stesse scelte. Avevamo iniziato un progetto con mister Caneo, sui giovani di qualità. Ci voleva tempo, bisognava dare fiducia. Lui l’ha avuto, poi è venuto in società e ha detto di non riuscire a reggere più la pressione. La Turris ha fatto un buon lavoro e ci sono meriti anche di Caneo, valorizzando i giovani. Qualcosa di buono è stato costruito. Il pubblico di Torre del Greco è sempre stato corretto, la comunità è molto vicina al presidente per quello che ha fatto. Se la Turris è in Serie C e ci resta, il merito è anche loro perché sono stati maturi nel supportarci nei momenti di difficoltà. Una parte della salvezza è anche loro.

Menichini? Lo scetticismo attuale viene rappresentato dalla situazione societaria che viviamo, è una situazione che spaventa tutti. Ci sta che il mister sia scettico. Ha meritato questa salvezza, è stato bravo ad ottenerla. Se dovessimo partire, bisognerà farlo con un piglio diverso e dobbiamo essere tutti d’accordo. Ho sentito il mister, è carico e aspetta notizie dalla società”.