Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / udinese / Gli ex
Udinese, Firicano: "Errore grave di Lucca, ma è punta da A. Cioffi ha dato identità"
martedì 20 febbraio 2024, 15:00Gli ex
di Davide Marchiol
per Tuttoudinese.it

Udinese, Firicano: "Errore grave di Lucca, ma è punta da A. Cioffi ha dato identità"

L'ex Udinese e Cagliari Aldo Firicano ha commentato ai microfoni del Messaggero Veneto il pareggio dei friulani contro i sardi. Queste alcune delle sue dichiarazioni: "Il pareggio non ha scontentato nessuna delle due, anche se l’Udinese poteva dare continuità alla propria stagione, arrivando sulle ali dell’entusiasmo derivato dal successo sulla Juventus".

Il gol di Lucca poteva portare la gara del tutto dalla parte dell'Udinese:

«Un errore grave che però ci può stare, quel che conta è che Lucca, che avevo seguito a Pisa, è da Serie A, e ha pure tante potenzialità da sviluppare. D’accordo, lì la partita avrebbe potuto anche girare, ma anche dopo quel pericolo il Cagliari ha tenuto botta, e poi ha pareggiato con Gaetano, che ha dei colpi interessanti. Ma va anche detto che il Cagliari ma ha ma mai mollato, venendo fuori anche col carattere nella ripresa».

Un commento sulla maratona salvezza:

«Di sicuro non è una squadra abituata a frequentare le zone basse di classifica, ma conosco Cioffi e so che è un grande lavoratore e non un venditore di fumo. È un tecnico che non promette la luna e che nel quotidiano cerca di evidenziare la qualità dei giocatori per mascherarne i difetti. Detto questo, trovo che Gabriele abbia dato un’identità a questo gruppo, con questo suo modo di giocare raccolto per poi ripartire»..