Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / venezia / Serie B
Leone sulla Serie B: "Parma favorita per la A. Mi piace il Catanzaro, Samp in ritardo"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
martedì 27 febbraio 2024, 10:49Serie B
di Tommaso Maschio

Leone sulla Serie B: "Parma favorita per la A. Mi piace il Catanzaro, Samp in ritardo"

Il direttore sportivo Luca Leone, ex di Virtus Lanciano, Pescara e Ternana, intervistato da La Gazzetta dello Sport ha fatto le carte al campionato di Serie B soffermandosi sul finale di stagione con tante squadre in lotta sia per la promozione sia per la salvezza, con l'eccezione del Parma che il dirigente vede come grande favorita per la Serie A: "In questi due anni ha fatto il percorso perfetto e Pecchia è un top per la categoria. - spiega Leone soffermandosi poi sulla corsa al secondo posto - Hanno tutti le stesse possibilità. La Cremonese ha Stroppa, il Como ha fatto investimenti importanti, anche Palermo e Venezia hanno gli allenatori più bravi".

Per i play off invece il dirigente vede bene il Catanzaro, mentre dà poche chance di rimonta alla Sampdoria: "I playoff li vince una delle prime cinque, però mi piace il Catanzaro, che gioca con qualità e coraggio. La Samp no, è in ritardo e soprattutto è troppo altalenante".


Leone non si sbilancia invece su quale squadra vede favorita, ma si sofferma solo sulla quota salvezza che vede più alta rispetto agli ultimi anni: "La Serie B è imprevedibile, c’è sempre il rischio che qualcuno venga risucchiato, è la bellezza del campionato - conclude il direttore sportivo - non basteranno 40 punti per salvarsi, credo si debba arrivare a 43-44".