Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / ascoli / Primo Piano
Ascoli senza pace: retrocessione, Guardia di Finanza e contenzioso con Rabona
domenica 23 giugno 2024, 12:26Primo Piano
di Tutto Ascoli Redazione
per Tuttoascolicalcio.it

Ascoli senza pace: retrocessione, Guardia di Finanza e contenzioso con Rabona

Il blitz della Guardia di Finanza nella sede dell'Ascoli aumenta la preoccupazione per il futuro del club. Massimo Pulcinelli ha deciso di vendere, al momento però di nomi di imprenditori e fondi se ne fanno a bizzeffe, ma di concreto non c'è nulla. Una situazione di stallo totale che fa preoccupare molto tutto l'ambiente bianconero, ancora di più appunto dopo la visita della Guardia di Finanza.

A dire il vero però si tratta di un controllo di routine, come spesso è capitato ad altri club. Vedremo se poi verranno riscontrate delle anomalie, ma per il momento non sembra ci sia nulla di preoccuparsi. Chiaramente la visita della Finanza arriva nel momento peggiore possibile, con l'Ascoli diviso tra la vendita del club che non si concretizza e costruire una squadra che, a questo punto, l'Ascoli rischia di fare in netto ritardo. A monte c'è la delusione dei tifosi per una retrocessione amarissima. L'insieme di tutto questo fa preoccupare e non poco la piazza bianconera. 

Da puntualizzare anche la vicenda legale del club con Rabona, azionista del 10% dell'Ascoli. C'è un contenzioso tra l'Ascoli e Rabona srl, ma questo non fa parte del controllo della Finanza. Di certo però è una vicenda che si aggiunge a tutto il resto e che di sicuro non porta serenità agli ascolani.