Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / atalanta / Serie A
ESCLUSIVA TMW - Empoli, Corsi: "Rinnoveremo la squadra. Andreazzoli corteggiato? Mi disturba"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
mercoledì 18 maggio 2022, 15:38Serie A
di Dimitri Conti
esclusiva

Empoli, Corsi: "Rinnoveremo la squadra. Andreazzoli corteggiato? Mi disturba"

La sfida tra un club e una nazionale è un evento inedito e curioso, d’impatto più significativo che lo scopo è benefico e umanitario. Un po’ come accaduto ieri sera al Castellani, dove si è giocato un Empoli-Ucraina di cui il risultato è solo un dettaglio. Su TMW abbiamo contattato in esclusiva il presidente dei toscani, Fabrizio Corsi: “La federazione ci ha dato una bella occasione per stringerci attorno nella misura possibile al popolo ucraino. Da parte nostra, come Occidente, l’ennesima dimostrazione di partecipazione verso i tempi incredibili che corrono. Sembra tutto scontato, tutto al passato… Spero si risolva tutto, certo è che oggi serve ottimismo”.

Voi dell’Empoli ce la state mettendo tutta per aiutare.
“Mi chiedo piuttosto se si possa fare qualcosa in più come senso di solidarietà, accoglienza ed inclusione. Questa occasione ce l’ha data la FIGC, siamo stati scelti e abbiamo deciso di renderci disponibili. Come serata la mente non era ovviamente al pallone, che di solito ci fa divertire, ma purtroppo a tutto ciò che sta dietro a questa storia. Passiamo le ore davanti alla tv in attesa di notizie positive, ma per adesso abbiamo solo disperazione e sgomento”.

Come è ricaduta su di voi la scelta?
“In tanti campi stanno ancora giocando per gli obiettivi, a noi cambiare la settimana tipo non destabilizza troppo. Certo, da oggi prepareremo comunque la partita di Bergamo: è l’ennesima occasione per dare lustro alla squadra e alla conduzione tecnica”.

A Firenze osservano interessati.
“Vogliamo andare a fare bella figura contro l’Atalanta, già con la Salernitana abbiamo giocato una partita seria, proveremo a fare lo stesso. Potrebbe essere un vantaggio giocare spensierati, so che l’assillo del risultato toglie al gesto tecnico, specie in presenza di una squadra giovane come la nostra. Di fronte avremo un avversario motivato, sono curioso di vedere la risposta dei profili giovani e più seguiti, spero di avere nuove conferme”.

Alla prossima stagione si guarda con Andreazzoli in panchina?
“Le sorprese possono sempre esistere… Ha fatto bene e non è nemmeno il primo anno che succede: sta diventando un marchio di fabbrica dell’Empoli, anche nel percorso di qualche giocatore giovane. Da qui i ragazzi escono avviati verso un completamento, normale che squadre più importanti di noi possano avvicinarsi. Al momento non ci penso, la cosa mi disturba. Non so se siano già iniziate certe manovre, da lunedì sicuramente si inizia a lavorare sul mercato”.

Quale la ricetta per l’Empoli 2022/2023?
“All’inizio del ritiro avevamo l’entusiasmo della promozione che ci ha regalato una squadra pronta a scendere in campo. Il secondo anno è sempre più difficile a livello di motivazione, starà a noi trovare il modo di dare sempre il 100%. La squadra sarà rinnovata, avremo diversi ragazzi nuovi e il primo problema potrebbe essere questo. Per i giovani, comunque, l’Empoli è un’opportunità che va al di là di certe cose, del nome, del guadagno: qui trovano l'occasione di essere difesi in una maniera unica in Italia. Questo è un patrimonio costruito negli anni”.

Vedremo due ragazzi impegnati ieri sera come Baldanzi e Fazzini in prima squadra l’anno prossimo?
“Vi dico che entrambi saranno convocati nel prossimo stage giovanile di Mancini. Lo stesso, poi, pure per Parisi e Vicario. Sarà una bella esperienza a Coverciano. Da parte nostra loro sicuramente ci saranno: poi è il mister che dovrà decidere se da numeri 11 o 18, noi speriamo rientrino nei sedici delle rotazioni. Magari ci daranno soddisfazioni con la maglia azzurra…”.