Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / atalanta / Serie A
TOP 100 TMW - Posizioni 60-56: c'è il mago Luis Alberto, Pasalic bomberTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 23 maggio 2022, 21:15Serie A
di Gaetano Mocciaro

TOP 100 TMW - Posizioni 60-56: c'è il mago Luis Alberto, Pasalic bomber

Oggi presentiamo la Top 100 TMW, stilata in base alle medie voto assegnate ai calciatori dalle pagelle di tuttomercatoweb.com, fra coloro che abbiano preso voto in almeno 19 partite.

Di seguito le posizioni dalla 60 alla 56:

60 - TEUN KOOPMEINERS (Atalanta)
L'olandese è l'ennesima mossa azzeccata del mercato dell'Atalanta. Arriva a campionato iniziato, deve prendere inizialmente le misure, poi esplode. Gasperini lo inserisce sempre più spesso titolare, lui ricambia con due reti. Su tutte spicca la gara contro la Sampdoria dove segna due reti e si merita l'8 in pagella.

59 - LUIS ALBERTO (Lazio)
Prima parte di stagione altalenante. Paga dazio sul cambio di filosofia, da Inzaghi a Sarri, al punto da conoscere qualche panchina in nome dell'equilibrio tattico. Si passa da prestazioni che gli valgono il 9 in pagella (Spezia) e rovinosi 4.5, ultimo dei quali nel derby di ritorno della Roma. La sua classe alla lunga fa la differenza e se la Lazio conquista l'Europa League con un turno d'anticipo è merito anche dei suoi colpi di genio. Da rivedere la rete all'Olimpico contro la Sampdoria.

58 - ALESSANDRO BASTONI (Inter)
Partenza autorevole per il centrale difensivo e rendimento che non è mai sceso sotto il 6.5 nelle prime cinque giornate di campionato. Qualche defaillance contro Atalanta e Sassuolo ma dopo la pausa di ottobre ha ripreso la retta via, arrivando a una sequenza di otto partite con voti sempre dal 6.5 in su, col punto più alto toccato nei successi contro Roma e Lazio: 7.5 in entrambi i casi. In particolar modo, contro i biancocelesti a gennaio si permette il lusso di segnare e servire un assist.

57 - MARIO PASALIC (Atalanta)
Il croato impiega un paio di mesi a carburare, poi diventa una furia, in alcuni casi devastante. Tre le partite da citare: all'ottava giornata contro l'Empoli dove pur non segnando mette lo zampino in tre reti; contro lo Spezia alla 13ª (2 gol e un assist) e Venezia alla 15ª dove addirittura si porta il pallone a casa. È il miglior marcatore della squadra, lui che non è un attaccante.

56 - ADRIEN TAMEZE (Hellas Verona)
Tudor non se ne priva mai schierandolo sempre e comunque, anche se prevalentemente a partita in corso. Qualità e quantità con la partita contro l'Empoli a dimostrare al meglio cosa è capace di fare: "Uomo ovunque" è stato il titolo scelto da Tuttomercatoweb in quella partita.