Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / atalanta / Serie A
Calzona e la rincorsa Champions: "Ci credo, finché la matematica non ci condanna..."TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 29 febbraio 2024, 00:11Serie A
di Raimondo De Magistris

Calzona e la rincorsa Champions: "Ci credo, finché la matematica non ci condanna..."

Con il ritorno di Osimhen quanto può davvero credere in una rimonta Champions? Quanto ci crede lei? Sono due delle domande poste in conferenza stampa a Francesco Calzona, allenatore del Napoli che dopo la vittoria per 6-1 conquistata sul campo del Sassuolo ha risposto così: "Io ci credo, finché la matematica non ci condanna non vedo perché non ci dovrei credere. Sappiamo che è difficile ma ci dobbiamo giocare questa carta. Victor dopo la Coppa d'Africa aveva bisogno di riprendere i suoi ritmi, mi ha chiesto due volte di essere cambiato, anche Kvara che aveva delle difficoltà ma io a questi giocatori non rinuncerò mai. Posso anche decidere di cambiarli per mantenere l'intensità alta ma avere due giocatori così è importante per me".

Poi in un altro passaggio ha aggiunto: "Questa squadra ce l'ha nell'anima l'essere propositiva e sono felice perché i ragazzi mi hanno dato una grossa disponibilità in settimana e nonostante le mille difficoltà che avevano si sono messi a disposizione e giorno dopo giorno abbiamo migliorato la qualità degli allenamenti. A me piace giocare a calcio perché giocando bene penso che sia più facile arrivare agli obiettivi".


CLICCA QUI per rileggere la conferenza stampa di Francesco Calzona dopo Sassuolo-Napoli 1-6.