Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Chi sale e chi scende - Caprile strepitoso, male Pucino e Folorunsho
domenica 27 novembre 2022, 22:00In Primo Piano
di Giovanni Gaudenzi
per Tuttobari.com

Chi sale e chi scende - Caprile strepitoso, male Pucino e Folorunsho

Il Bari torna a casa da Como con un punto, frutto del rigore messo a segno in extremis da Botta, dopo il vantaggio, sempre dal dischetto, dei lariani con Cerri sul finire nel primo tempo. Proprio la punta dei lombardi, al 24’, aveva fallito un altro tiro dagli undici metri, ipnotizzato da Caprile. Il portiere dei galletti, protagonista anche di altre parate importanti, è stato il migliore dei suoi nella trasferta in riva al lago, mentre sono stati numerosi i biancorossi piuttosto sottotono. Vediamo di seguito, chi ha convinto e chi no, nella truppa di Mignani.

CHI SALE – Come detto, menzione d’onore per Elia Caprile. L’estremo difensore dei pugliesi non ha sbagliato praticamente nulla, parando un rigore e rischiando di intercettare anche il secondo assegnato ai padroni di casa. Per il resto, nel corso del match, ha fatto proficuamente muro agli attacchi avversari. Nel quartetto arretrato, buona prestazione del duo Terranova-Vicari, in una retroguardia orfana di capitan Di Cesare. A centrocampo, Maiello ha cercato di mettere ordine in una manovra più caotica del solito, mentre davanti si è segnalato per impegno e giocate decisive in primis Botta, che si è assunto la responsabilità di battere il rigore del pari, sciorinando altre buone iniziative. Voglioso Galano, così come Ceter, entrambi da rivedere nel prossimo futuro, magari con un minutaggio maggiore di quello odierno.

CHI SCENDE – Fuori fase Folorunsho e Pucino, responsabili dei 2 rigori fischiati contro il club dei De Laurentiis, con interventi scomposti e decisamente scoordinati. Insufficiente anche Dorval, specie in un primo tempo di sofferenza per tutta la squadra. Male davanti Salcedo e Scheidler, ma entrambi hanno davanti un periodo in cui sarà possibile riscattarsi a breve, vista la perdurante assenza di Cheddira, al Mondiale col suo Marocco. Ambedue hanno i numeri per imporsi, ma servirebbe dimostrarlo con maggior continuità di quanto fatto finora. Lo stesso concetto vale per D’Errico, per il quale vale però la scusante del poco utilizzo sin qui.