Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
I numeri: Botta rigorista inedito, Caprile ancora pararigori. Quarto pari di fila, l’ultima volta c’era Grosso in panchina
lunedì 28 novembre 2022, 09:00In Primo Piano
di Gianmaria De Candia
per Tuttobari.com

I numeri: Botta rigorista inedito, Caprile ancora pararigori. Quarto pari di fila, l’ultima volta c’era...

A Como non è arrivato il tanto atteso cambio di marcia da parte del Bari. Ieri la formazione di mister Mignani non è riuscita a ritrovare l’appuntamento con la vittoria, che ormai manca dall'8 ottobre contro il Venezia, per un totale di 7 gare di fila (6 di campionato). Un’astinenza così lunga non accadeva da aprile-maggio 2017. Quantomeno la rete di Botta, realizzata negli ultimi minuti di gioco, ha regalato un sofferto ma vitale punto, allungando così a quattro il numero di pareggi consecutivi, striscia che a Bari non si vedeva dai tempi di Grosso in panchina, esattamente nell’aprile 2018.

Continua ad essere positivo, invece, il rendimento in trasferta. I galletti sono tornati ad essere la migliore squadra in Serie B, agguantando a 15 punti in 8 partite il Genoa, sconfitto a Perugia. In termini di reti fatte e subite lontano dal ‘San Nicola, i biancorossi sono dietro rispettivamente solo ad una squadra per graduatoria, rispettivamente Pisa (attacco, 12 a 11) e Parma (difesa, 6 vs 7). 

Bene anche negli scontri diretti con il Como, contro cui si è imbattuti dall’aprile 2002 ed un totale di 5 match. Quello di ieri è stato l’ottavo 1-1 tra le due formazioni, quinto in terra lombarda. Perfino l’ultimo confronto diretto al ‘Sinigaglia’ era terminato con il medesimo parziale, vantaggio di Ganz e risposta di De Luca. Tornando alla stagione in corso, il risultato di 1-1 si era verificato anche a Benevento, frutto di un andamento simile: prima frazione chiusa in svantaggio e pareggio nel finale grazie ad un rigore.

Proprio le conclusioni dagli undici metri sono risultate decisive: addirittura 3 i penalty decretati, di cui 2 in favore del Como. Il biancorosso Caprile è riuscito ad intercettarne uno a Cerri, migliorando così il suo score personale tra i professionisti: ben 4 intercettati (secondo con il Bari dopo quello di Perugia) su 9 conclusioni totali, una percentuale d'imbattibilità altissima, pari al 44%. Quello realizzato ha portato la firma di Botta, il primo con i galletti. L'argentino non ne calciava uno dal marzo 2021, altro 1-1 tra la sua Sambenedettese e il Legnago. Intanto il classe '90 ha realizzato il suo secondo gol stagionale (l'altro in Coppa Italia) ma primo in carriera in Serie B. L'anno scorso in Lega Pro arrivò a quota 4, di cui l'ultimo nel 3-1 al Taranto del dicembre 2021.

Tra le presenze spicca la numero 198 per Galano e la 120 di Antenucci. Due curiosità, infine, sulla formazione titolareTerranova è tornato a giocare dal primo minuto dopo 8 partite, esattamente dalla vittoria di Cosenza del 10 settembre, mentre Salcedo non giocava due partite di fila dal primo minuto addirittura dall’ottobre 2021 con la maglia dello Spezia.