Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
L'ex Simeri: "Con Bari ho un rapporto viscerale. Che exploit di Cheddira"
mercoledì 22 marzo 2023, 16:00In Primo Piano
di Antonio Testini
per Tuttobari.com

L'ex Simeri: "Con Bari ho un rapporto viscerale. Che exploit di Cheddira"

Protagonista nelle ultime settimane con l'Imolese, Simone Simeri sta trascinando la sua attuale squadra verso una promozione insperata fino a qualche settimana fa. L'ex attaccante biancorosso intercettato dai microfoni de LaCasadiC ha toccato svariati temi, tra cui il suo rilancio a Imola e la sua parentesi a Monopoli. Non poteva mancare una parentesi sul suo trascorso biancorosso.

Sul Bari Simeri ha speso parole al miele, sottolineando la forza del suo legame con la squadra e con la piazza pugliese: "Io con il Bari ho un legame viscerale. A Bari ho fatto i quattro anni più importanti della mia carriera. Ho vinto due campionati lì. Con Bari e con il Bari ho un rapporto bellissimo. Tutt’oggi i tifosi mi scrivono, continuo a sentirmi con i miei compagni, da quelli del primo anno a quelli dell’ultimo. È come se giocassi ancora a Bari da questo punto di vista. Sono il loro primo tifoso. Spero che quest’anno possa finire in modo positivo, ma già quello che stanno facendo è qualcosa di inimmaginabile. Io non me l’aspettavo, sono sincero. Ero e sono un loro tifoso. E lo sarò per sempre”.

L'attaccante napoletano ha parlato anche del suo ex compagno di squadra Walid Cheddira, capocannoniere dell'attuale Serie B: "È migliorato sotto tutti i punti di vista, sia caratteriali, sia in campo, sia come tiene la palla, sia come si muove. Ovviamente la fiducia di un allenatore e di una piazza ti aiuta tantissimo, perché la fiducia per un giocatore è la base nel calcio. Per quello che ho visto l’anno scorso di Cheddira non mi aspettavo un exploit del genere. Non mi aspettavo che facesse 20 gol in una stagione. Poi è stato fortunato con il tempismo perché il Mondiale si è giocato a novembre e non in estate, è stato aiutato tantissimo anche a livello mediatico: ora Cheddira sta spiccando il volo e sono contento per lui perché se lo merita”.

Infine, complimenti anche verso il suo ex allenatore, Vivarini, vero e proprio artefice del miracolo Catanzaro, già promosso in Serie B: "Con Vivarini mi sono sentito ieri, gli ho scritto per congratularmi della vittoria del campionato. Per me è stato un allenatore fondamentale. Lui mi ha insegnato come giocare a calcio.Oltre a essere allenatore in campo, per me è stato padre anche fuori. Mi ha dato una mano sotto tanti punti di vista, anche caratteriali. E io gli sarò grato per sempre. L’anno con Vivarini è stato il mio ultimo anno dove mi sono sentito giocatore a tutti gli effetti".