Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
È un Bari fragile: aspettative, malumori e sentenze dei primi mesi di una stagione senza certezze
mercoledì 29 novembre 2023, 22:00In Primo Piano
di Alessio Bonavoglia
per Tuttobari.com

È un Bari fragile: aspettative, malumori e sentenze dei primi mesi di una stagione senza certezze

È un Bari fragile quello targato 2023/24. Un Bari che, dopo aver sfiorato il sogno Serie A, sfuggito per pochissimo in quel maledetto 11 giugno. Fino al gol di Pavoletti, i galletti erano stati una macchina perfetta, capace di qualificarsi ai playoff da underdogs e ad arrivare in finale contro una corazzata come il Cagliari al primo anno di Serie B dopo anni di C. Dopo quel gol, invece, il Bari sembra essersi sgretolato.

Poco più di tre mesi di stagione, ai biancorossi è successo di tutto. Per prima cosa, è accaduto ciò che ad un certo punto è parso inevitabile: l'esonero di Mignani. Dopo un campionato vinto in Serie C ed una grandissima stagione in B, il tecnico ex Siena non è riuscito a riconfermarsi in biancorosso. In estate, dopo un periodo di riflessioni, la società aveva deciso di puntare con decisione sull'allenatore ligure, salvo sollevarlo dall'incarico dopo 9 giornate.

Nel corso dei mesi, anche alcuni colpi arrivati dal mercato, che avrebbero dovuto sostituire gli illustri partenti, non hanno contribuito come sperato: Aramu fatica ad essere decisivo, mentre Edjouma, dopo la pessima gara contro il Catanzaro, non si è più visto. I malumori sul calciomercato estivo, uniti a quelli dei risultati, hanno alimentato il fastidio dei tifosi nei riguardi della dirigenza, accusata di essere poco chiara sul futuro.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata sabato: dopo il secco 0-3 in casa contro il Venezia, prima sconfitta dopo due vittorie e due pareggi, i tifosi biancorossi hanno contestato la squadra e soprattutto la società, con critiche dirette al presidente De Laurentiis.

Probabilmente ci si aspettava un Bari dominante in campionato, costruito per salire subito in A dopo aver solo sfiorato il sogno. Attualmente, invece, i playoff distano 4 punti e la squadra sembra non avere certezze: ricostruire il Bari nel minor tempo possibile sarà un compito arduo.