Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Bari, è scontro totale fra tifo organizzato e Luigi De Laurentiis: dal “Quando te ne vai” al “Non ci rappresenti più”. Ed anche in Stazione Centrale a Milano…
lunedì 4 dicembre 2023, 22:00In Primo Piano
di Sabino Del Latte
per Tuttobari.com

Bari, è scontro totale fra tifo organizzato e Luigi De Laurentiis: dal “Quando te ne vai” al “Non ci rappresenti più”. Ed anche in Stazione Centrale a Milano…

E’ ormai scontro totale fra il tifo organizzato e la società capitanata dal presidente De Laurentiis. Mai come adesso, il rapporto risulta essere ai minimi termini e solo un cambio di rotta, sia in termini di risultati che di mercato, in occasione della sessione invernale, potrebbe cambiare quella che ad oggi è una situazione sempre più evidente, delicata e colma di tensione. A Lecco, i quasi 900 tifosi baresi non hanno mancato di sottolineare il proprio disappunto nei confronti della proprietà. Diversi i cori indirizzati a Luigi De Laurentiis, reo di aver distrutto in pochi mesi quanto creato fino allo scorso giugno. Dal “Quando te ne vai”, cantato addirittura in Stazione Centrale a Milano e virale sui social, al “De Laurentiis noi non ne possiamo più, non ci rappresenta questa società, te lo canta la città”.

Insomma, senza mezzi termini, il messaggio al numero uno biancorosso è arrivato nuovamente forte e chiaro dopo gli striscioni affissi ai cancelli del “San Nicola” alcuni giorni fa. Il tifo, deluso ormai sempre più anche dall’atteggiamento in campo della squadra, durante il match con il Lecco, ha anche ammainato le proprie bandiere in segno di protesta per poi, al termine della partita, urlare a squarciagola ai giocatori cori come “Fuori le p***e”. A Bari tira una brutta aria, un ricordo lontano tornato però ormai d’attualità.