Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Il Bari di Iachini chiamato a dare risposte anche in trasferta: cosa dicono i numeri della gestione Mignani e Marino
venerdì 23 febbraio 2024, 11:00In Primo Piano
di Sabino Del Latte
per Tuttobari.com

Il Bari di Iachini chiamato a dare risposte anche in trasferta: cosa dicono i numeri della gestione Mignani e Marino

Dopo le due vittorie consecutive ottenute fra le mura amiche del “San Nicola”, cosa mai accaduta in questa stagione prima di sabato scorso, per il Bari di Iachini gli esami non sono finiti qui. Le risposte avute sul campo in termini di concretezza, concentrazione e maggiore determinazione saranno messe alla prova da due trasferte di fila, prima a Bolzano e poi a Catanzaro, al fine di comprendere quali possano essere, in definitiva, le ambizioni dei biancorossi per la stagione in corso.

Iachini, nella conferenza stampa pre-partita, ha affermato di essere curioso del responso del campo. Altrettanto, da questo punto di vista, non si potrebbe dire per tifoseria e addetti ai lavori che hanno assistito, fino a questo momento, a un rendimento esterno non eccelso. Non a caso, i galletti detengono uno dei peggiori rendimenti della cadetteria al di fuori delle mura amiche, vale a dire il 16° su 20, con appena 2 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. Con mister Mignani in panchina, sono stati 6 i punti conquistati in 5 incontri grazie alla vittoria di Cremona e ai pareggi di Terni, Pisa e Reggio Emilia. Stesso discorso per Marino, anch’esso in grado di totalizzare 6 punti ma in 7 partite con uno score di 1 vittoria, 3 pareggi e 3 sconfitte. Di conseguenza, alla luce dei dati, per Iachini fare meglio dei suoi predecessori appare il minimo indispensabile se si intende raggiungere l’obiettivo play-off. Insomma, il futuro passa anche da qui…