Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Puscas assente, Edjouma e Nasti sbagliano tanto. Quelle statistiche individuali che spiegano la sconfitta
domenica 25 febbraio 2024, 18:30In Primo Piano
di Raffaele Digirolamo
per Tuttobari.com

Puscas assente, Edjouma e Nasti sbagliano tanto. Quelle statistiche individuali che spiegano la sconfitta

A Bolzano il Bari ha vissuto un brusco ritorno sulla terra. Dopo due settimane caratterizzate dall'entusiasmo generato dall'arrivo di Iachini e dalle vittorie consecutive contro Lecco e Feralpisalò, la formazione biancorossa ha compiuto diversi passi indietro, sul piano dell'atteggiamento e della prestazione. Certo, non può essere un singolo risultato a screditare la bontà del lavoro fatto dal nuovo allenatore, che ha legittimamente chiesto tempo per dar forma alla sua squadra, ma è indubbio che al Druso abbia funzionato poco o nulla.

Difficile individuare chiaramente dove finiscano le colpe collettive e dove inizino quelle individuali. È evidente, però, che una serie di errori a catena abbiano contribuito a una prestazione assolutamente negativa dell'intera squadra. Si prenda, ad esempio, il caso del reparto offensivo: George Puscas, pur autore dell'unico innocuo tiro in porta dei biancorossi, ha toccato appena dodici palloni in tutta la gara, non riuscendo a vincere nessun contrasto quando ha ricevuto la sfera sui piedi e mostrando dati positivi solo nei duelli aerei.

Assolutamente negativa è stata anche la prestazione di Yayah Kallon. Come il suo compagno di reparto, l'ex Verona ha controllato pochissime volte la sfera e non è mai stato in grado di saltare l'uomo o di calciare in porta. Neanche l'ingresso di Marco Nasti al suo posto è riuscito a cambiare faccia alla sua squadra, visto che l'attaccante di proprietà del Milan ha completato solo tre passaggi su sette e vinto appena un duello su quattro. Qualche lampo di luce è arrivato esclusivamente da Giuseppe Sibilli, a cui però sono state affidate fin troppe responsabilità in fase di costruzione.

Neanche il centrocampo ha brillato. Malcom Edjouma, che pur è stato utile in fase di non possesso recuperando alcuni palloni, ha offerto una percentuale di passaggi riusciti appena del 47.7%. Un dato relativo a Mehdi Dorval, inoltre, può aiutare a spiegare meglio la prestazione dei biancorossi: il franco-algerino è uno dei calciatori che hanno cercato più volte il passaggio lungo, ma ne ha sbagliati più della metà. Visto che i galletti hanno provato a sviluppare la manovra soprattutto in questo modo, e dato che proprio lui è stato il secondo per palloni toccati, questa imprecisione contribuisce a comprendere il perché della pochezza offensiva.