Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Iachini: "Il mio Bari deve avere il predominio del gioco. Modulo? Abbiamo un paio di soluzioni"
sabato 2 marzo 2024, 11:40In Primo Piano
di Raffaele Digirolamo
per Tuttobari.com

Iachini: "Il mio Bari deve avere il predominio del gioco. Modulo? Abbiamo un paio di soluzioni"

Nel corso della conferenza stampa tenuta alla vigilia della partita contro lo Spezia, il tecnico biancorosso Giuseppe Iachini ha parlato delle scelte relative al modulo: "Stiamo portando avanti due o tre soluzioni tattiche. Ora vediamo il recupero dei calciatori che hanno giocato due partite in pochi giorni, poi deciderò il da farsi. La squadra mi è piaciuta sia con il 4-3-1-2 nelle prime due gare che per certi versi a Catanzaro, ciò che conta è l'atteggiamento. Stiamo crescendo, nell'ultima il risultato è stato bugiardo perché abbiamo creato, anche nelle sconfitte si possono trovare cose positive".

Iachini ha proseguito: "La sosta ci sarebbe servita prima, per poter conoscerci meglio e migliorare alcune situazioni. Più che il modulo conta l'interpretazione, sia nella fase difensiva che nel possesso palla. Voglio che la squadra non aspetti e abbia un possesso palla importante, è fondamentale l'organizzazione per andarsi a prendere in mano le partite e avere un certo predominio per creare occasioni da gol. Non possiamo aspettare solo i gol dei nostri attaccanti, restano importanti i centrocampisti e i difensori. Serve migliorare anche sulle palle inattive".

Ancora sul tema: "Avevo visto i numeri negativi del reparto offensivo. Non voglio che la mia squadra scenda in campo per avere un gioco d'attesa, tutti i moduli possono essere giusti o sbagliati ma poi ciò che conta è l'interpretazione. Diversi calciatori devono ancora crescere, sappiamo che alcuni hanno margini individuali per poterlo fare".

Il tecnico ha insistito: "Sto continuando a lavorare giorno per giorno affinché i ragazzi conoscano quello che chiedo, vedo passi avanti ma serve il confronto della gara, dove posso capire se questi messaggi vengono recepiti".