Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / Primo piano
Paolo Esposito: "Cagliari, mi aspettavo una salvezza tranquilla: Gaetano può salvare i rossoblù. Calzona non ha la bacchetta magica, ma il Napoli può far male"
giovedì 22 febbraio 2024, 22:30Primo piano
di Vittorio Arba
per Tuttocagliari.net

Paolo Esposito: "Cagliari, mi aspettavo una salvezza tranquilla: Gaetano può salvare i rossoblù. Calzona non ha la bacchetta magica, ma il Napoli può far male"

In vista di Cagliari-Napoli, delicato confronto di scena domenica all'Unipol Domus, la Redazione di TuttoCagliari.net ha avuto il piacere di intervistare il giornalista partenopeo Paolo Esposito, conduttore del programma televisivo "Area di Rigore" (dove domani sera avremo il piacere di intervenire in diretta ndr), molto vicino alle vicende di casa Napoli.

Alla luce del cambio di panchina che ha condizionato l'avvicinamento alla sfida contro il Barcellona e del risultato di ieri sera, che Napoli sarà quello che si presenterà domenica a Cagliari?

"Solo il campo lo dirà: sbagliata solo la tempistica! Non si può esonerare un allenatore, in questo caso Mazzarri, a sole 48 ore prima di una partita di alto livello, come Napoli-Barcellona agli Ottavi di Finale di Champions League e non della coppa del torneo del dopo lavoro dei tranvieri!"

Come giudichi l'avvicendamento tra Mazzarri e Calzona? Pensi che questa mossa un po' "a sorpresa" (viste le tempistiche) da parte di De Laurentiis, possa portare ad un cambio di rotta per il Napoli?

"Il Napoli si presenterà a Cagliari con i grossi problemi che ha. Non è che Calzona ha la bacchetta magica e in cinque giorni risolve tutti i problemi, anche grossi, degli azzurri di quest'anno, che in ogni caso, rimangono i Campioni d'Italia in carica fino al 26 maggio. Pertanto, nonostante i problemi che ha, il Napoli è una compagine che può far male a chiunque e in qualsiasi momento, con i campioni che ha in squadra, Osimhen e Kvaratskhelia su tutti: gente che può fare gol in ogni momento".

Per quanto riguarda il Cagliari, come giudichi finora, l'andamento del club rossoblù? A cosa pensi siano dovute le recenti difficoltà, con gli uomini di Ranieri che non trovano i tre punti dal 14 gennaio, ovvero dal successo casalingo contro il Bologna?

"Dopo Cagliari-Frosinone 4-3 dell'andata con un'incredibile rimonta dei rossoblù, pensavo che il Cagliari sarebbe arrivato a una tranquilla salvezza. Così non è stato. Ho sempre detto che la difesa andava rivista, e così è stato fatto a gennaio con lo stopper Mina, ma non avrei ceduto Goldaniga, che mi colpì molto quando a dicembre a Napoli al "Diego Maradona", marcò molto bene un top player come Osimhen, nonostante il Cagliari perse quella gara. Avrei preso anche un portiere migliore. Lapadula, invece, lo trovo un po' lento per la Serie A di quest'anno".

Tra le fila rossoblù ci sarà Gianluca Gaetano, giocatore in prestito dal Napoli e subito protagonista in terra sarda, con due reti consecutive nelle sue prime tre uscite dal suo arrivo. Pensi che possa essere l'arma in più per i sardi? Sarebbe potuto tornare utile anche a questo Napoli?

"Gianluca Gaetano diventerà un grande giocatore e questo lo disse Luciano Spalletti nella scorsa stagione, quando lo allenò al Napoli che vinse lo scudetto, anche grazie al contributo del giocatore, che può già fregiarsi di aver vinto uno Scudetto! Gaetano può salvare il Cagliari con i suoi gol pesanti che già sta facendo e glielo auguro, a lui e al Cagliari che rimane nel mio cuore. A Napoli era chiuso. Meglio così, che sia andato a Cagliari. Mi aspetto molto anche da Oristanio quando rientrerà. Mi pare che Luvumbo si sia un po' imborghesito, dopo le voci di un interessamento del Napoli per lui. Deve ritrovare la giusta umiltà per aiutare i rossoblu' a salvarsi".

Lotta salvezza, come giudichi l'andamento delle altre squadre in lotta per non retrocedere e chi pensi possa essere più a rischio?

"Beh, guardando la classifica, la compagine più a rischio di retrocessione in Serie B è la Salernitana. Poi, è grande bagarre tra Empoli, Cagliari, Verona, Sassuolo, ma nemmeno il Lecce e il Frosinone sono in una botte di ferro. Poi, tra poco, arriverà la Primavera coi primi caldi e ci possono essere più sorprese e qualche crollo".