Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / Ex rossoblù
Mauro Esposito: "Il primo anno di Serie A con il Cagliari è stato il più bello"TUTTO mercato WEB
© foto di Fabio Vanzi/FDL71
martedì 5 marzo 2024, 15:15Ex rossoblù
di Paola Pascalis
per Tuttocagliari.net

Mauro Esposito: "Il primo anno di Serie A con il Cagliari è stato il più bello"

Mauro Esposito, ex attaccante del Cagliari, ha parlato ai microfoni di Panini Italia. Di seguito le sue parole sintetizzate da TuttoCagliari: "L'esordio con il Cagliari nella partita contro il Napoli? Accettai volentieri di andare a giocare a Cagliari, nonostante l'Udinese che era la mia squadra stava in A e il Cagliari in Serie B, proprio per mettermi in mostra e giocare con continuità. La sorte ha voluto che io esordissi contro il Napoli: mi ricordo che non fu una partita entusiasmante perché, se non ricordo male, finì 0-0".

La promozione con il Cagliari: "E' stato un anno fantastico, non ce n'era per nessuno quell'anno. Un attacco con me, Suazo, Zola e Langella penso che ce lo invidiavano e ce lo invidiano tutt'ora. Noi eravamo consapevoli che, quando scendevamo in campo, anche se prendevamo un goal poi ne avremmo fatto di più durante la partita. Per noi quell'anno è stata veramente una cavalcata incredibile che ci ha portato poi alla promozione".

Il gol alla prima giornata di A contro il Bologna"Posso dire che quello è stato l'anno più bello in serie A per me e lo si vedeva subito: prima di tutto perché venivo da tre anni di serie B col Cagliari dove avevo giocato con continuità e dove ho fatto sempre bene, quindi approcciarmi così alla Serie A per me è stato un grande vantaggio e già dalla prima partita, dove faccio goal e vinciamo, ha dato il via libera ad un'annata per me eccezionale".

L'esordio con la Nazionale: "Per un calciatore il sogno è di arrivare a giocare in serie A un giorno, quindi penso che arrivare a giocare in Nazionale è il massimo. La Nazionale è il massimo, rappresenti una nazione intera. Però se ci sono arrivato è perché mi sono guadagnato tutto e ho sempre messo in mostra tutte le qualità che avevo e andare a giocare in nazionale mi ha ripagato di tutti i sacrifici che ho fatto".