Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / cagliari / Altre Notizie
TMW RADIO - Piras: "Il Cagliari rischia, ma non puoi cambiare allenatore adesso"TUTTOmercatoWEB.com
domenica 1 maggio 2022, 09:05Altre Notizie
di Alessandra Stefanelli
tmwradio

Piras: "Il Cagliari rischia, ma non puoi cambiare allenatore adesso"

Luigi Piras, detto Gigi (Selargius, 22 ottobre 1954), è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Intervistato da TMW Radio, Luigi Piras ha analizzato così il momento vissuto dal Cagliari, sconfitto oggi per 2-1 in casa dall’Hellas Verona: “È un brutto momento per il Cagliari, oggi ha subito due tiri e preso due gol. Ci mettiamo del nostro, ma la fortuna non ci aiuta. Il Cagliari ora rischia anche a livello psicologico, dobbiamo sperare che l’Atalanta vinca lunedì. L’Inter si sta giocando lo scudetto e ce la metterà tutta contro i rossoblu. Il Cagliari oggi è una delle squadre seriamente candidate alla Serie B. Mazzarri è l’uomo giusto? Oggi non puoi cambiare l’allenatore a tre giornate dalla fine. Spero che riesca a salvare il Cagliari”.

Gigi Piras ha legato la sua carriera al Cagliari e ne divenne un grande simbolo, amato quanto Gigi Riva, pur non ottenendone i successi. Era un eroe made in Cagliari in quanto nato a Selargius, grosso centro contiguo al capoluogo della Sardegna. Giocò con i sardi per ben 15 stagioni tra A e B per un totale di 320 presenze e 87 reti (132 presenze e 31 reti in Serie A e 188 presenze e 56 reti in Serie B), e risulta il terzo marcatore in campionato della storia del Cagliari.

Segnò al suo esordio in serie A nel 1973-74, il 28 aprile 1974 nella vittoria interna contro la Fiorentina (la partita te
rminò col punteggio di 1 a 0 e in quell'anno fu la sua unica presenza), subentrando al brasiliano Nené infortunatosi in uno scontro precedente