Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / fiorentina / L'esclusiva
DI CARMINE A RFV: "CHAMPIONS? VIOLA, PROVACI. JOVIC SEGNERÀ TANTO. DOMENICA AL FRANCHI..."TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 12 agosto 2022, 16:00L'esclusiva
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte a cura di Andrea Giannattasio

DI CARMINE A RFV: "CHAMPIONS? VIOLA, PROVACI. JOVIC SEGNERÀ TANTO. DOMENICA AL FRANCHI..."

Prodotto del settore giovanile della Fiorentina, oggi attaccante della Cremonese, Samuel Di Carmine è intervenuto ai microfoni di Radio FirenzeViola: "Sarà una partita bellissima per me, ho tanti ricordi allo stadio Franchi sin da quando ero piccolo".

Come arriva la Cremonese a questa partita?
"Umile, pronta alla battaglia. Sarà difficile ma il mister ci ha preparato e abbiamo tanta voglia di farci vedere. Io arrivo da uno "stiramentino", non sarò al 100% ma spero di esserci almeno per qualche minuto visto che è molto importante per me".

Segnò già al Franchi col Cittadella.
"Sì, era la seconda partita di Coppa Italia, finì 2-1 per la Fiorentina".

Anche se forse la sua emozione più grande al Franchi fu il gol contro l'Elfsborg in Coppa Uefa...
"Poi è stato anche il mio primo gol da professionista. Per me Firenze sarà sempre una tappa fondamentale della mia carriera".

C'è tanta curiosità anche per mister Alvini, lo vede carico?
"Senz'altro sarà emozionato visto che anche per lui la Serie A è un grande traguardo. Poi lui incentra gli allenamenti molto sul piano caratteriale".

Cosa le ha portato Alvini nei suoi allenamenti?
"E' uno che mette il cuore in quello che fa, sa trasmettere quello che vuole dalla squadra. Arriviamo da un mister che voleva un gioco molto diverso è difficile, ma stiamo già iniziando un grande percorso con lui".

Temete la Fiorentina?
"Tutte le squadre la temono. C'è un allenatore molto bravo, giocatori forti, ma verremo a Firenze a dire la nostra".

Che idee ha per il suo futuro?
"Penso al presente per cercare di sfruttare la mia occasione. A ora non so niente".

Ci saranno amici e parenti in tribuna domenica?
"Sicuramente, sarà un'emozione anche per loro. Poi ho amici anche in Fiesole, in Maratona, un po' sparsi insomma... Spero di entrare almeno una decina di minuti (ride, ndr)".

Dovesse segnare esulterebbe?
"Io ho sempre esultato a ogni gol, perché per me è un'emozione unica. Non certo per mancanza di rispetto verso i tifosi, anche perché la Fiorentina è la squadra che tifo".

La preoccupa i caldo?
"Sì ma ormai siamo abituati, ci sarà un calo ma per entrambe le squadre".

La Fiorentina è ancora imballata?
"Non conosco i carichi di lavoro di Italiano, però è una squadra forte e poi il calcio d'agosto lascia il tempo che trova. La squadra è forte in tutti i reparti, se Jovic riuscirà a seguire Italiano farà tanti gol. Magari non quanto Vlahovic, ma ne farà tanti anche lui".

Chi tra Jovic e Cabral?
"Jovic ha fatto tanto bene in Germania, poi l'anno scorso era deitro l'attaccante forse più forte degli ultimi vent'anni. Potrà fare un gran campionato, poi si muove bene, è l'attaccante giusto".

Chi le piace in viola?
"Saponara, ma anche Milenkovic".

Il serbo ha rinnovato.
"E' un bel segnale anche per la tifoseria, significa che vogliono fare qualcosa di importante".

Ha più sentito il suo ex compagno di squadra Amrabat?
"Negli ultimi mesi non l'ho sentito, è un ragazzo d'oro e un bel giocatore. Se riesce a trovare la fiducia di Verona, farà un bel campionato anche con la Fiorentina".

Cosa pensa dell'avventura in Europa?
"Serve anche per riportare entusiasmo, cosa che era mancata un po' a Firenze. Sarà un passo in avanti per cercare di tornare in Coppa Uefa o anche di più".

E' una Fiorentina che può lottare anche per la Champions?
"La squadra è forte, però ce ne sono tante altre forti, vedi la Roma. Magari farei un passo alla volta, senza troppa pressione, ma ci proverei".