Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
TAVOLETTI A RFV, Nico ha paura di riprovare doloreTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
martedì 22 novembre 2022, 18:15Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

TAVOLETTI A RFV, Nico ha paura di riprovare dolore


Stefano Tavoletti - Mental Coach a Radio Firenze Viola

Stefano Tavoletti, mental coach per squadre professioniste e consulente di giocatori e allenatori, ha parlato durante "Palla al centro" di Radio Firenzeviola.

Sul caso Nico Gonzalez: "Sicuramente si riparte dall'emozione del rientro. Ho avuto modo di seguire giocatori che sono stati fermi per tanto tempo e non è facile: il giocatore si vede crollare il mondo addosso. Credo sia importante mantenerlo in riga con strategie e piani di azioni per toccare le sue corde emotive. Spesso si ricorre alla figura del mental coach quando ci sono problemi, ma andrebbe sentita sempre per prevenire certe possibili situazioni. Nico ha paura di riprovare quel dolore che ha provato, seguo giocatori che hanno proprio queste sensazioni e paure".

Prosegue: "Spesso mi chiamano procuratori che mi propongono i giocatori, ma tutto dovrebbe partire da loro e non da altri. Serve fiducia alla base, il giocatore deve avere l'input. Il mental coach non è un'aspirina. Tutto ruota attorno alla mente, la mente è tutto, e devi essere bravo a spostare l'attenzione ad altre cose. Nico va riportato alle sue migliori performance".

Deve riconciliarsi con l'ambiente, avrà gli occhi addosso dopo quanto successo
"Deve concentrarsi sui suoi obiettivi. Il supporto di una figura che lavori al suo fianco può essere d'aiuto. Il suo pensiero deve andare sul focus del rientro. Spesso la paura di farsi male ti porta a farti male. Entrare in campo rigidi non aiuta".

Conclude: "L'atteggiamento spesso è quella cosa che fa la differenza, vedendo anche l'Argentina di oggi contro l'Arabia Saudita. La pressione emotiva e la paura di sbagliare sono altri aspetti importanti".