Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
INNOCENTI A RFV, Kayode ha preso un attimo di respiroTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom
sabato 17 febbraio 2024, 18:30Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

INNOCENTI A RFV, Kayode ha preso un attimo di respiro

Andrea Innocenti a Radio FirenzeViola
00:00
/
00:00

L'ex responsabile del settore giovanile dell'Empoli Andrea Innocenti è intervenuto a Radio FirenzeViola durante la trasmissione "Viola Weekend" per parlare di Empoli, del nuovo acquisto della Roma Tommaso Baldanzi e di Jacopo Fazzini. Queste le sue parole: "L'Empoli ha acquisito più personalità con Nicola. Ha un atteggiamento più positivo nel corso della partita. Baldanzi è una perdita, anche se non so quanto avrebbe inciso nel modo in cui gioca ora Nicola. A quelle cifre non lo puoi trattenere".

Quanto è cresciuto Fazzini?
"Lo conosco da tanti anni. È il calciatore che ha avuto il percorso di crescita maggiore negli ultimi anni nel settore giovanile dell'Empoli. Nelle ultime tre quattro stagioni ha fatto un salto anche nella mentalità e nella personalità, potrebbe giocare in ogni stadio tranquillamente. Di partenza è meno dotato a livello di talento puro rispetto a Baldanzi ad esempio". 

L'Empoli sembra avere un settore giovanile preferito nelle scelte delle famiglie rispetto a quello viola, è così?
"Nella prima selezione intorno ai 10 anni l'Empoli ha spesso spadroneggiato rispetto alla Fiorentina in toscana. Quello che era mancato ai viola erano le strutture il che è un discorso che non vale più adesso. Spesso le famiglie vedevano prospettive diverse all'Empoli rispetto alla Fiorentina che ambisce giustamente a risultati più importanti".

Vede una sorta di flessione in Kayode?
"Kayode ha un percorso atipico che sotto certi aspetti lo aiuta. Sicuramente è arrivato a Firenze più pronto rispetto a chi arriva in prima squadra dalla primavera. Stiamo parlando di un ragazzo del 2004 che ha prospettiva. È un giocatore forte, secondo me non è un calo ma un momento di respiro. La Fiorentina non lo deve caricare di eccessive aspettative. Io lo vedo come un quinto in un centrocampo a cinque o come come quarto in un 3-4-3. Non lo vedo come terzino ma come esterno a tutta fascia perché senno se ne limita il rendimento".

PER L'INTERVISTA COMPLETA ASCOLTA IL PODCAST