Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
AGROPPI A RFV, Lasciate in pace Italiano. Commisso...TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
venerdì 1 marzo 2024, 20:40Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

AGROPPI A RFV, Lasciate in pace Italiano. Commisso...

L'ex allenatore della Fiorentina Aldo Agroppi è intervenuto a Radio FirenzeViola durante la trasmissione "Il Brivido Viola" per parlare della sfida tra Torino e Fiorentina: "Sono due squadre che porto nel cuore. La Fiorentina è parte della mia vita perché lì ho fatto l'allenatore e ho conosciuto tante belle persone. A Torino sono stato undici anni da calciatore. Il Toro potrebbe dare di più, tutti gli anni delude i propri tifosi e non riesce mai a fare un campionato all'altezza del nome che porta. Per quanto riguarda la Fiorentina devo fare un'ammenda ai tifosi: perché Vincenzo Italiano non viene lasciato in pace? Quando una tifoseria prende di punta un allenatore questo può fare tutti i risultati che vuole, ma l'idea su di lui non cambia. Tiriamo le somme alla fine del campionato.

Lui è un allenatore un po' "fantasma", poco appariscente. Questo rischia di svalutare la sua personalità e il suo lavoro. Tanta gente oggi giudica molto l'aspetto esteriore. Penso che abbia lavorato bene, ha una rosa di 28 giocatori e deve cercare di accontentarli tutti. Ci sta di sbagliare scelte di formazione quando si hanno rose così ampie. Io di Italiano sono soddisfatto, perché vincere non può vincere. La Fiorentina non ha una grande squadra, non ha grandi giocatori. Gli è un po' sfuggita di mano, in certe occasioni, la possibilità di fare il salto, ma gli è anche un po' girata male perché in certe situazioni i giocatori hanno deluso. Non credo che resterà a Firenze". 

Dove può arrivare la Fiorentina?
"Il percorso è ancora lungo e non si devono più buttare via punti banali. Ma anche qui, come si fa a dare la colpa al tecnico se la squadra perde all'ultimo minuto? Ci saranno anche delle colpe dei giocatori che vanno in campo, no?"

Secondo lei cosa manca alla squadra per competere ad alti livelli?
"Bisogna saper scegliere i giocatori giusti. La Fiorentina non può più spendere molto per avere una squadra buona e non ottima. In questa squadra l'unico giocatore ottimo che vedo è Bonaventura. Servirebbero altri 2/3 rinforzi di alto livello". 

Della proprietà cosa pensa?
"Commisso è un passionale e certe volte parla a sproposito, però ha i soldi. Dovrebbe trovare qualcuno che ne sa più di lui e porti a Firenze calciatori di alto livello. Se tutti i giocatori passati da Firenze ultimamente fossero rimasti la Fiorentina avrebbe una squadra non per puntare alla Champions, ma per puntare a vincerla la Champions. Il Presidente cerchi di vedere più qualità. Anziché prendere otto giocatori buoni, prendiamone quattro di alto livello. Però lui ha i soldi e se va via chi viene a quel punto?".