Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
M. ORLANDO A RFV, Ecco come si approccia il MaccabiTUTTO mercato WEB
martedì 5 marzo 2024, 14:44Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

M. ORLANDO A RFV, Ecco come si approccia il Maccabi

Massimo Orlando a Radio FirenzeViola
00:00
/
00:00

L'ex centrocampista della Fiorentina, Massimo Orlando, ha parlato a Radio FirenzeViola durante "Palla al Centro" dell'approccio alla gara di giovedì contro il Maccabi Haifa: "Bisogna avere la voglia di essere protagonisti in Europa come li è stati nella passata stagione. L'Europa dà stimoli, perché arrivare in fondo è bello e perché guardando le squadre che ci sono mi sembra siano tutte alla portata. Aston Villa a parte".

Serve, però, un'altra Fiorentina?
"Sicuramente. Quella attuale dà l'impressione di andare in difficoltà un po' con tutte le squadre. Per esempio a Torino mi ha fatto arrabbiare come con l'uomo in più, nel secondo tempo, non si sia riusciti a fare niente".

Cosa succede alla Viola?
"E' una squadra che gioca quasi sempre con gli stessi uomini. La grande prestazione contro la Lazio è dovuta sia al momento di difficoltà dei biancocelesti, sia alla evidente maggiore facilità della Fiorentina a sfidare le big piuttosto che le squadre minori. Il Torino, poi, è una formazione tosta".

Come commenta l'involuzione di Parisi?
"Il fatto di essere passato a destra ha fatto sì che subisce tanto dal punto di vista psicologico. Ma ha corsa, piede. Non gli manca nulla. Subisce la grande personalità di Biraghi, che è un leader. Magari Italiano vede quest'ultimo come un intoccabile e quindi non riesce a metterlo in panchina".