Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Notizie di FV
OBIETTIVI DI MERCATO, UNA CERTEZZA E TANTI DUBBI
venerdì 14 giugno 2024, 16:00Notizie di FV
di Luciana Magistrato
per Firenzeviola.it

OBIETTIVI DI MERCATO, UNA CERTEZZA E TANTI DUBBI

Cantiere aperto. La Fiorentina va verso la nuova stagione con un solo obiettivo preciso, dare a Palladino un attaccante che in termini numerici possa dare quell'apporto mancato alla squadra di Italiano, capace di ottenere quei pochi punti in più che avrebbero permesso il salto almeno in Europa League attraverso la classifica. Al di là di questa certezza sono però tanti i dubbi, legati al cambio di allenatore e dunque all'esigenza di capire quali e quanti tra giocatori già in rosa devono essere trattenuti, compresi prestiti che rientrano e giocatori da ricontrattualizzare dopo la scadenza.

I prossimi giorni saranno infatti decisivi per parlare con l'entourage di Bonaventura e Castrovilli, in scadenza e con la necessità di trovare un nuovo accordo, mai facile. In forse anche il futuro di Belotti e Maxime Lopez. Il primo ritorna alla Roma dopo il prestito secco ed è a caccia di una nuova sistemazione, Maxime Lopez non è stato riscattato e dunque torna al Sassuolo da dove però anche lui è destinato a ripartire. La Fiorentina non ha chiuso alla possibilità di dare loro una seconda possibilità. Così come il futuro di Brekalo, di ritorno dall'Hajduk, non è ancora certo. Una valutazione dovrà poi essere fatta sui giovani che rientrano dai prestiti, tra cui Bianco e Lucchesi, ritenuti tra i più pronti. Infine a Palladino spetta l'ultima parola su Ikoné, Infantino e Nzola. Finché insomma non verrà presa una decisione su tutti questi nomi, difficile ipotizzare quali ruoli devono essere veramente coperti.