Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / A tu per tu
…con Luigi De CanioTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 31 marzo 2023, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Luigi De Canio

Napoli spedito verso lo Scudetto, che ormai è formalità in attesa dell’aritmetica. “Se ci legge Spalletti ci fa un cazziatone ad entrambi. Perché ancora aritmeticamente non è fatta”, dice a Tuttomercatoweb Luigi De Canio.

Beh, ormai manca solo l’aritmetica.
“Il Napoli per come vive le partite e per come sta in gara per novanta minuti dimostra grande stato di salute fisica e mentale. La società in estate ha avuto il coraggio di svoltare e cambiare pagina mettendo in organico gente di grandi qualità e motivazioni facendo continuare il lavoro all’allenatore che ha potuto così far quadrare il cerchio. In ogni caso credo che con un’Inter più continua e una Juve più in palla per tutto il campionato sarebbe stato diverso”

Simone Inzaghi è sempre meno certo di sedere sulla panchina dell’Inter il prossimo anno.
“Fa parte del gioco. Sono un allenatore e vedo le cose in maniera diversa: prima di dare giudizi su un allenatore va verificato tutto il percorso. Non bisogna analizzare il risultato singolo ma una serie di fattori. L’Inter è ai quarti di finale di Champions. Con Conte non aveva superato il primo turno. Può centrare due grandi obiettivi della stagione. Bisogna concedergli un po’ di considerazione”.

Il ritorno di Conte, De Zerbi, Simeone e Thiago Motta sono i nomi accostati all’Inter che verrà.
“Sono tutti nomi intriganti, tutte figure valide e spendibili per un progetto da Inter. Ma non è ancora il momento del de profundis per Inzaghi”


Serie B: con Gila è un Genoa che punta a pieno titolo alla A.
“Mi aspettavo che già dall’inizio facesse il Genoa in questo campionato. Mi sembra che questa società sia nella condizione di dare stabilità. Gilardino si è misurato e ha dimostrato e sta dimostrando di essere bravo e a buon diritto il Genoa dimostra quella solidità che avrebbe dovuto avere fin dall’inizio”.

E la Reggina?
“Ha cominciato benissimo facendo illudere tutti. Spero che non ci sia delusione per un risultato che poteva essere e rischia di sfuggire. In realtà è in una posizione di classifica buona e sta creando le premesse per un progetto futuro dove sarà protagonista. La storia degli ultimi anni della Reggina in A è importante e credo possa riproporsi in futuro”.

De Canio valuta il ritorno in pista?
“Se avessi avuto un’occasione avrei cercato di coglierla. Non mi sono arrivate proposte di rilevanza e quindi non ci tengo. E poi non telefono a nessuno…”.