Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Serie A
Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 21 aprileTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 22 aprile 2024, 01:00Serie A
di Alessio Alaimo

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 21 aprile

UDINESE, ASPETTANDO CANNAVARO… MILAN, NIENTE LOPETEGUI. ROMA A CACCIA DEL DS -

Sono ore decisive per il futuro della panchina dell’Udinese che nelle prossime ore dovrebbe annunciare l’addio di Gabriele Cioffi e il nuovo allenatore, che sarà Fabio Cannavaro dopo che nelle scorse ore il club friulano aveva sondato anche Edy Reja come profilo papabile. Tuttavia nella giornata di oggi Cioffi dovrebbe ancora dirigere l’allenamento dei bianconeri.

In giornata è atteso a Udine il Pallone d’Oro 2006. L'ex difensore, che da tecnico ha esordito in Italia in Serie B nella scorsa stagione al Benevento, debutterà così in Serie A dopo gli anni trascorsi ad allenare all'estero, soprattutto in Cina. 
Nel suo staff è confermata la presenza di Giampiero Pinzi, che avrebbe affiancato anche Reja. Inoltre, ci saranno il fratello Paolo e Francesco Troise, legato a Cannavaro sin dalla comune militanza nelle giovanili del Napoli.
L'Udinese ha perso l'ultima gara di campionato allo scadere contro l'Hellas Verona e adesso vede sempre più vicino lo spettro della retrocessione in Serie B.

Niente Milan. Con ogni probabilità, infatti, non sarà Julen Lopetegui l'allenatore dei rossoneri nella prossima stagione: secondo le informazioni raccolte dalla nostra redazione, l'ex tecnico di Porto, Real Madrid, Siviglia e Wolverhampton potrebbe trovare presto l'accordo con il West Ham.

Il club londinese è pronto a salutarsi con David Moyes e ad aprire un nuovo ciclo con Lopetegui, che dovrebbe firmare un contratto triennale. Nel pomeriggio ci sarebbero stati nuovi colloqui tra le parti, che avrebbero portato a un'accelerata nella trattativa.

L'ex portiere basco, 57 anni, sembrava poter essere uno dei favoriti per la successione di Stefano Pioli- il cui destino è stato segnato dall'eliminazione nei quarti di Europa League contro la Roma - sulla panchina del Diavolo. Una notizia che non era stata accolta con particolare entusiasmo dai sostenitori del Milan (ecco spiegato l'incipit), che subito si erano fatti sentire sui social mostrando tutto il proprio disappunto. Alla fine saranno accontentati, visto che l'ex CT della Spagna dovrebbe continuare la sua carriera ancora in Premier League, dopo la separazione forzata con il Wolverhampton a pochi giorni dall'inizio della stagione.
Risolta la questione dell’allenatore con il rinnovo di Daniele De Rossi, adesso la Roma è alla ricerca del direttore sportivo che dovrà sostituire Tiago Pinto. La proprietà si sta muovendo già da tempo per individuare il profilo migliore ma ancora non ha preso la scelta definitiva. Ci sono diversi nomi che in questo momento sono al vaglio.

Quello di Modesto resta assolutamente un profilo da considerare. La sua esperienza al Monza è stata positiva e il club giallorosso è in pressing da qualche mese. Per portare avanti il discorso serve l’ok di Galliani, in virtù del fatto che il dirigente biancorosso ha un altro anno di contratto. La sua candidatura trova sostegno forte in Lina Souloukou, CEO della Roma , vista la precedente collaborazione all’Olympiakos.


Anche Burdisso, che ha il contratto in scadenza con la Fiorentina è un’altra ipotesi da non trascurare. Conosce molto bene l’ambiente di Roma e potrebbe rappresentare un’altra soluzione. Un altro profilo a cui la società giallorossa sta pensando è anche Sean Sogliano. L’anno scorso quando è arrivato a Verona ha contribuito in maniera importante alla salvezza del club gialloblù e il suo lavoro sul mercato è stato molto buono in proporzione ai parametri economici a cui si è dovuto attenere. Le operazioni dell’ultimo gennaio, in cui ha dovuto fare cessioni importanti con ottimi inserimenti in sostituzione, ne sono la conferma lampante. Oltre a loro, un’altra idea porta anche a Bigon, che da gennaio 2023 ha assunto il ruolo di consulente di mercato per tutte le società nell’orbita del City Football Group.
NAGELSMANN, IL RINNOVO CON LA GERMANIA LO ALLONTANA DAL BAYERN. REAL MADRID, MENDY SI GUARDA INTORNO -
Il rinnovo con la Nazionale tedesca fino al mondiale del 2026 ha estromesso Julian Nagelsmann dalla corsa per la panchina del Bayern Monaco, club nel quale ha già lavorato dal luglio 2021 al marzo 2023 prima dell'esonero e l'arrivo in panchina di Thomas Tuchel.

Sulla decisione professionale del tecnico 36enne si è espresso Uli Hoeness, presidente onorario del Bayern Monaco attraverso i microfoni di BR24 Sport: "Penso che sia un peccato, ma al Bayern il mondo certamente non finirà per questa sua scelta. Julian è sempre stato uni dei candidati e ambo le parti, sia lui che noi, potevamo dire di no. Lui ha scelto la Nazionale ed è una decisione che va rispettata".

Su quale tipo di tecnico dovrebbe prendere la guida del Bayern in estate dopo la separazione con Tuchel, poi, Hoeness glissa velocemente: "Non è questo il mio lavoro. Dovete chiedere a Eberl e Freund. Se ne occupano loro".
Quale futuro per Ferland Mendy? Il terzino del Real Madrid ha il contratto in scadenza nel 2025 e per ora non è arrivata alcuna offerta per prolungarlo di qualche anno, così ora si sta guardando intorno. L'ex Olympique Lione è uno di quei giocatori che ha parecchio mercato in giro per l'Europa: stando a quanto riferito da L'Equipe, in Inghilterra piace a Liverpool, Arsenal e Newcastle, in Italia stuzzica il palato del Napoli, in Germania è nella lista del Bayern Monaco.

Di questi cinque, Newcastle e Napoli hanno meno possibilità di prenderlo poiché tutto lascia pensare che né l'una né l'altra squadra giocherà in Champions League, condizione essenziale che il difensore francese si sarebbe posto. Anche così, i contatti con l'ambiente circostante sarebbero stati mantenuti, come nel caso di Arsenal, Liverpool e Bayern. I bavaresi potrebbero valutare anche uno scambio con Alphonso Davies, da mesi nell'agenda del Real Madrid.

Il quotidiano francese sottolinea inoltre che Mendy, a 28 anni, è un giocatore che genera discrepanze tra la panchina e i vertici del Real Madrid. Ancelotti lo considera un giocatore molto importante visto il suo apporto in fase difensiva, ma la dirigenza è stato riluttante a rinnovargli il contratto, sottolineando la sua tendenza agli infortuni. Il suo contratto scade nel 2025, ma l'insistenza del tecnico italiano potrebbe aiutarlo a ricevere presto un'offerta di rinnovo.

Una stagione con qualche infortunio di troppo per Frenkie de Jong aveva alimentato i rumors di mercato, ma oggi Sport fa sapere che il centrocampista olandese, rientrato ormai stabilmente tra i titolari di Xavi Hernandez, difficilmente lascerà il Barcellona durante la prossima sessione di calciomercato, anche in virtù di una valutazione di mercato molto alta, attorno ai 70 milioni di euro.

Nei giorni scorsi c'erano state voci circa un possibile trasferimento al Paris Saint-Germain. Il quotidiano catalano conferma che l'ex Ajax piace parecchio nella capitale francese, evidenziando però come il PSG abbia altre necessità rispetto al centrocampista (una su tutte: il sostituto di Kylian Mbappé) e non ha intenzione di spendere tanto per questo ruolo, anche per rispettare il Fair Play Finanziario.