HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » fiorentina » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Vi convince la scelta della Roma di ripartire da Fonseca?
  Si, è il tecnico giusto per rilanciare il progetto
  No, è un azzardo

Mandzukic risponde a Ilicic nella serata degli addii. Juve-Atalanta è 1-1

19.05.2019 22:24 di Marco Frattino    articolo letto 9972 volte
Mandzukic risponde a Ilicic nella serata degli addii. Juve-Atalanta è 1-1
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Risultato finale: Juventus-Atalanta 1-1

Si fa festa all'Allianz Stadium, dove c'è da celebrare l'ottavo scudetto di fila ma anche l'ultima apparizione di Andrea Barzagli e Max Allegri sul terreno di gioco. La Juventus aveva preparato la grande serata sotto ogni aspetto, accogliendo futuri bianconeri ma anche qualche ex mai dimenticato: presente Ramsey così come Buffon e Llorente, per stare a stretto contatto col mondo della Vecchia Signora. Il risultato finale vede i bianconeri e l'Atalanta dividersi la posta in palio: Ilicic con un guizzo nella prima frazione ha illuso la Dea, Mandzukic nella ripresa ha pareggiato i conti. Piccolo passo avanti per i bergamaschi verso la Champions agganciando l'Inter a quota 66 punti, la Juve invece alza al cielo il trofeo salutando due degli interpreti dei successi arrivati in questi ultimi anni.

Le scelte di formazione. Allegri lo aveva già annunciato: al centro della retroguardia, insieme a Bonucci, spazio a Barzagli mentre Chiellini si accomoda in panca. Mandzukic resta inizialmente a guardare, come Kean e Bernardeschi. Assente Palomino per gli ospiti, non c'è Mancini in difesa ma Hateboer con Djimsiti e Masiello. A centrocampo spazio a Freuler e De Roon, con Castagne e Gosens sugli esterni. Zapata e Ilicic in attacco, Gomez agisce tra le linee.

Ritmi alti in avvio. Fin dalle prima battute la Juve va a mille, i bianconeri attaccano a testa bassa sfiorando subito la rete con Cristiano Ronaldo che spedisce in curva a pochi metri dalla porta. La risposta della Dea non tarda ad arrivare e, prima Freuler e poi Hateboer, tengono in apprensione Szczęsny senza però riuscire a riservare un dispiacere ai campioni d'Italia.

Cori per Barzagli e striscione per Allegri. Il pubblico dell'Allianz non dimenticherà facilmente l'allenatore degli ultimi cinque scudetti consecutivi. Per lui l'omaggio dei tifosi presenti con uno striscione che esalta prima l'uomo e poi il professionista, come per il difensore che nel pre-gara ha ricevuto una targa dal presidente Agnelli.

Proteste per un presunto rigore, Duvan sfiora il vantaggio. Al 18' arrivano le proteste della squadra ospite, in seguito a un colpo con un braccio - abbastanza largo - su colpo di testa piuttosto ravvicinato di Masiello. L'arbitro Rocchi va al VAR e decide di far proseguire, l'Atalanta incassa il colpo provando subito a rimediare e va vicino alla rete. Duvan Zapata, autore di quattro gol stagionali contro la Juve tra campionato e coppa, sfugge a Barzagli per vie centrali usando fisico e velocità ma il suo diagonale sul secondo palo finisce di poco a lato.

Ilicic fa 100. Il gol era nell'aria e l'Atalanta può festeggiarlo poco dopo la mezzora sugli sviluppi di un corner: la difesa juventina si addormenta e permette a Masiello di spizzare la palla sul secondo palo, dove c'è lo sloveno pronto a colpire a porta vuota. Settantaquattresimo gol in Serie A per la formazione di Gasperini, centesimo tra tutte le competizioni in questa stagione per la Dea.
I cambi di Allegri. Il tecnico bianconero lascia Alex Sandro negli spogliatoi per fare spazio a Bernardeschi, ma la scossa in fase offensiva non arriva. Ronaldo prova a farsi spazio ma la retroguardia di Gasperini non commette sbavature. Poi, al 60', arriva il momento dell'addio di Barzagli: il difensore lascia il campo per l'ingresso di Manduzukic, tra gli applausi e i cori dei sostenitori bianconeri per andare a ringraziare proprio i tifosi che dagli spalti gli chiedono un autografo o una stretta di mano.
Ilicic ancora pericoloso, Mandzukic trova il pari. L'ex Fiorentina cerca il bis su calcio di punizione prima di lasciare spazio a Barrow, Szczęsny si salva grazie alla deviazione della barriera. Gasperini richiama in panchina anche Gomez, che lascia la fascia a De Roon, dentro Pasalic ma è la Juventus a siglare la rete che vale l'1-1. Ottima l'azione che vede Cuadrado lanciare Mandzukic sul secondo palo, perfetto l'intervento aereo del croato che beffa l'estremo difensore avversario tra le gambe.
Assalto finale. La Juventus non si accontenta e vuole l'intera posta in palio con Bernardeschi che chiama Gollini alla deviazione in corner, l'Atalanta ci prova con Zapata che trova i guantoni del portiere bianconero. Poi l'attaccante ex Fiorentina si fa espellere per intervento scomposto su Barrow, al triplice fischio finale ci sono gli applausi per tutti gli interpreti in campo. Soprattutto per Allegri e Barzagli, che salutano lo Stadium dopo tanti trionfi.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Fiorentina

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510