Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / frosinone / Serie A
Malta-Italia, due dei titolari scelti da Marcolini sono legati al nostro calcio. E non sono soli...TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
domenica 26 marzo 2023, 19:53Serie A
di Dimitri Conti

Malta-Italia, due dei titolari scelti da Marcolini sono legati al nostro calcio. E non sono soli...

Non soltanto dall'Italia a Malta, ma anche viceversa. Perché se è vero che abbiamo molti connazionali nel mondo del calcio della piccola isola a sud della Sicilia, lo è altrettanto che si possono trovare tracce maltesi nel nostro.

Due titolari con un passato italiano - Sono tre, ad oggi, i giocatori maltesi noti per giocare in Italia, di cui due sono professionisti. Il più navigato è Jean Borg, difensore della Fidelis Andria in Serie C e membro stabile della nazionale, anche se attualmente fermo ai box per un infortunio. Poi c'è un giovanissimo, il 17enne Lucas Caruana che prova a farsi largo nella Sampdoria. Scendendo tra i dilettanti, si incontra invece il fantasista Nevin Portelli del Velletri. Sarebbe in Italia anche il giovane attaccante Alexander Satariano, 2001 che il Frosinone ha però prestato indietro sull'isola, al Balzan, fino a giugno. Lo era fino all'estate scorsa il centrocampista Matthew Guillamier (24 anni), tornato all'Hamrun Spartans dopo il Siena. Entrambi cominciano da titolari nella sfida agli Azzurri.


Il fenomeno generazionale classe 2004 - Sono dei pionieri del nuovo movimento maltese, partito in ritardo ma intenzionato a sfruttare ogni possibilità che si para davanti. Estendendo lo sguardo al calcio femminile, per esempio, sarebbe impossibile ignorare la parentesi a Sassuolo di Haley Bugeja, classe 2004 (!) arrivata nel 2020 con le stimmate del fenomeno generazionale e planata l'estate scorsa verso gli USA. Tutto parte del contatto tra Italia e Malta insito nella storia stessa di questi due paesi così vicini e stasera avversari.