Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / genoa / News
Genoa:” 7, 7 e 7 fanno 21arriva la volante e non c’è nessuno”TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom
domenica 23 giugno 2024, 17:24News
di Radazione Genoa News 1893
per Genoanews1893.it

Genoa:” 7, 7 e 7 fanno 21arriva la volante e non c’è nessuno”

La canzone è arcinota soprattutto nella versione di Giorgio Gaber e potrebbe ricordare per il numero riportato i 777. Lo sottolinea Peo Campodonico raggiunto questa mattina da Il Secolo XIX per un commento sulla fiducia rispetto alla proprietà rossoblù.

L’aria che si respira in città è assolutamente contrastante nel senso campanilistico del termine. Da una parte c’è chi vede il Genoa solido, pronto a un nuovo campionato con prospettive di crescita – o comunque di consolidamento – e chi invece pensa ed elucubra sulla proprietà rossoblù.

Generalizzando nel primo insieme ci sono i genoani e nel secondo i sampdoriani. Questi i grandi numeri.

Siamo costretti a tornare sul chiacchiericcio sulla proprietà rossoblù perché adesso sembra che mettere in vendita un “ramo d’azienda” come una o due squadre debba essere vissuto per alcuni come un pauroso effetto domino nei confronti del Grifone.

Ma, come qualcuno ha sottolineato, è forse anche meglio tagliare i rami secchi per arrivare a un polo calcistico ben consolidato.

Innanzitutto la holding americana ha acquistato solo club in crisi e con prospettiva di crescita. Non ha fatto andare in crisi club che viaggiavano nell’oro e vincevano campionati a mani basse. Si chiamano, come già detto, operazioni di mercato rischiose, che possono portare a buoni o cattivi risultati.

Il mondo Genoa, ben delimitato, è il fiore all’occhiello degli americani che dopo un anno di assestamento hanno saputo far rinascere il club più antico d’Italia.

Merito loro, della squadra e dei tifosi che hanno permesso di posizionare il Genoa, dopo l’anno di purgatorio, tra le migliori squadre in termini di profitti e spettatori. Tutto questo è sinonimo di buon lavoro.

Esageriamo: i 777 andranno in crisi per qualche motivo? Il Genoa adesso lo venderebbero bene e senza alcun problema. Questa è la realtà.

Poi se vogliamo leggere sempre chi fomenta le paure non c’è nessun problema, basta essere consci che al momento nessuna crisi è all’orizzonte per il Grifone.

Nessun poco di buono lo ha acquistato, nessun terremoto finanziario è in vista, nessun pericolo è all’orizzonte.