Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / genoa / Serie A
Stangata Pogba, la Juve lo sostituirà con due volti nuovi. Da Koop a Sudakov, i nomiTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Titone
venerdì 1 marzo 2024, 11:23Serie A
di Raimondo De Magistris

Stangata Pogba, la Juve lo sostituirà con due volti nuovi. Da Koop a Sudakov, i nomi

Il quotidiano 'TuttoSport' oggi in edicola fa il punto su tutti i calciatori nel mirino della Juventus per sostituire Paul Pogba, centrocampista che ieri è stato squalificato fino all'11 settembre 2027 dal Tribunale Nazionale Antidoping. Il club bianconero acquisterà due calciatori, un centrocampista a tutto campo con le caratteristiche del campione del mondo francese e un altro più offensivo e con maggiore fantasia.

Per la mediana il nome in cima alla lista resta quello di Teun Koopmeiners dell'Atalanta con Lewis Ferguson del Bologna come prima alternativa. Ma arriverà anche un altro calciatore e nel mirino c'è sempre Georgiy Sudakov, anche se l'ultimo rinnovo con lo Shakhtar con clausola a 150 milioni di euro rende l'affare decisamente oneroso. Le alternative economicamente più fattibili sono in questo caso Lazar Samardzic dell'Udinese e Albert Gudmundsson del Genoa.


Ieri Pogba ha scritto questo post sui suoi canali social dopo la sentenza della squalifica: "Oggi - ha scritto il calciatore francese - sono stato informato della decisione del Tribunale Nazionale Antidoping e ritengo che la sentenza sia errata. Sono triste, scioccato e con il cuore spezzato. Tutto quello che ho costruito nella mia carriera da giocatore professionista mi è stato tolto. Quando sarò libero da restrizioni legali l'intera storia sarà chiara, ma non ho mai preso consapevolmente o deliberatamente integratori che violano le normative antidoping. Da atleta professionista non farei mai nulla per migliorare le mie prestazioni utilizzando sostanze vietate e non ho mai mancato di rispetto o imbrogliato altri atleti e tifosi di nessuna delle squadre per cui ho giocato o contro. In conseguenza della decisione annunciata oggi farò ricorso davanti al Tribunale arbitrale per lo sport".