Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / hellasverona / Serie A
Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 27 settembreTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 settembre 2022, 01:00Serie A
di Tommaso Maschio

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 27 settembre

Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena ecco le notizie più importanti.
JUVENTUS, DA CUADRADO A RABIOT IL PUNTO SUI RINNOVI. PER LA DIFESA OCCHI SU GRIMALDO E NDICKA. FAGIOLI VERSO L’ADDIO: 4 CLUB SUL CENTROCAMPISTA. INTER-SKRINIAR PROVE DI RINNOVO, COL PSG ALLA FINESTRA. MILAN, PER KIWIOR SERVONO 15 MILIONI. HELLAS, SETTI SMENTISCE LA CESSIONE

In casa Juventus si inizia a ragionare sui tanti giocatori in scadenza di contratto e sul trattenerli o meno nella prossima stagione tenendo conto di un quadro finanziario complicato con i conti in forte rosso. Juan Cuadrado ha esercitato nella scorsa stagione l’opzione unilaterale per posticipare la data di termine del suo accordo con la Vecchia Signora dal 2022 al 2023, mantenendo lo stesso stipendio da 5 milioni, ma la Juve vorrebbe spalmare questa cifra in due stagioni e proverà a convincere il colombiano. Per quanto riguarda Alex Sandro, che guadagna 6,5 milioni, invece il rinnovo anche a cifre più basse appare improbabile. Per Angel Di Maria, che ha firmato un annuale nonostante l’insistenza della Juve per un biennale, l’esito a fine stagione appare scontato con la separazione fra le parti e un ritorno al suo Rosario Central. Solo Leandro Paredes potrebbe fargli cambiare idea anche se il giocatore dovrà prima essere riscattato dal PSG e non è affatto scontato che possa accadere. Infine Adrien Rabiot che in estate ha chiuso le porte al Manchester United chiedendo 10 milioni netti a stagione per 4 anni, offerta rifiutata dagli inglesi e che la Juventus certamente non è disposta a concedergli per rinnovare il rapporto. Il club bianconero intanto continua a cercare rinforzi per la difesa con Grimaldo del Benfica, in scadenza, che stuzzica la fantasia al pari di Evan Ndicka dell'Eintracht Francoforte. In uscita invece c’è Nicolò Fagioli che ha diversi club interessati: Sassuolo, che lo vorrebbe a titolo definitivo, Cremonese, Salernitana ed Empoli sono infatti pronti a prelevarlo a gennaio.

In casa Inter tiene banco invece la situazione di Milan Skriniar in scadenza a fine stagione. Il giocatore chiede 7,5 milioni netti l’anno per rinnovare fino al 2027, mentre l’Inter al momento è fermo a 6 più bonus. Una situazione che potrebbe favorire il ritorno del PSG sul centrale difensivo anche se a gennaio l’offerta non sarebbe più sui 50 milioni, ma attorno ai 25-30, visto che Skriniar sarà ad appena sei mesi dallo svincolo. Il Milan sarebbe fortemente interessato a Jakub Kiwior, difensore attualmente di proprietà dello Spezia. Il club ligure per lasciarlo partire ha chiesto non meno di 15 milioni, visto che il 20% dovrà finire nelle casse dello Zilina.

Il Napoli aveva bloccato Ola Solbakken in anticipo rispetto alla Roma per acquistarlo a gennaio a parametro zero, ma poi la pista si è improvvisamente raffreddata a causa del rendimento di uno dei giovani a disposizione di Spalletti: di tratta di Alessio Zerbin, che si è messo in mostra a tal punto da far desistere il club dall'acquisto del norvegese.

L'Hellas Verona nuovamente nel radar di Pacific Media Group. Il gruppo USA, che compra quote di club europei, starebbe provando ad accelerare per entrare nel gruppo azionario del club scaligero, ma il presidente Maurizio Setti ha smentito che vi siano trattative in corso o che siano arrivate offerte concrete.

L'ATLETICO LAVORA PER GRIEZMANN E PIQUE COL BARCELLONA. BELLINGHAM CONTESO DA REAL MADRID E MANCHESTER CITY. ALLAN ALL'AL WAHDA. COCU NUOVO ALLENATORE DEL VITESSE. MALTA, SOSPESO MANGIA

Si muove il mercato dell’Atletico Madrid che da un lato sono al lavoro per la permanenza di Antoine Griezmann e dall’altra puntano un altro giocatore in forza al Barcellona. Per quanto riguarda il primo bisogna trovare un accordo col giocatore per ha già ridotto il suo ingaggio da 16 milioni a 12 e successivamente dovrò abbassarlo fino a 6 anche se il club vorrebbe arrivare addirittura a 4. Dall’altra parte invece il tecnico Simeone avrebbe chiesto al club di provare ad acquistare Gerard Piquè in difesa, magari facendo un’offerta unica per lui e il riscatto dell’attaccante francese.

Lo strepitoso inizio di stagione sta accendendo sempre più riflettori su Jude Bellingham, centrocampista di proprietà del Borussia Dortmund. Sul talento inglese è in prima fila il Real Madrid che però dovrà vedersela con quel Manchester City che potrebbe giocarsi la carta Haaland, grande amico del centrocampista giallonero.

Dieumerci Mbokani non si ferma. L'attaccante classe 1985, che ha vestito le maglie di Anderlecht, Monaco e Dinamo Kiev, riparte dalla seconda divisione belga e firma con il Beveren. Il congolese, 22 reti in 48 presenze con la sua Nazionale, era svincolato dopo aver lasciato in estate il Kuwait SC. Il centrocampista brasiliano ex Napoli Allan è a tutti gli effetti un nuovo giocatore dell’Al Wahda. Già nei giorni scorsi il club di Abu Dhabi aveva annunciato l’imminente arrivo del giocator

Phillip Cocu è il nuovo allenatore del Vitesse. Il 51enne di Eindhoven, che ha giocato nel club di Arnhem per cinque stagioni, ha firmato un contratto fino al 30 giugno del 2024. Cocu è il successore di Thomas Letsch, che la scorsa settimana ha accettato la panchina del Bochum. La Malta FA comunica che Devis Mangia è stato temporaneamente sollevato dalle sue funzioni di capo allenatore delle squadre nazionali a seguito di una segnalazione ricevuta su presunta violazione delle sue politiche