Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / inter / Esclusive
ESCLUSIVA - Mrkonja (Tv N1): "Dzeko? Come vice-Lukaku aiuterebbe l'Inter"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 28 giugno 2022, 10:04Esclusive
di Daniele Najjar
per Linterista.it

ESCLUSIVA - Mrkonja (Tv N1): "Dzeko? Come vice-Lukaku aiuterebbe l'Inter"

Quale futuro per Edin Dzeko? Se qualche settimana fa l'addio dell'attaccante nerazzurro appariva quasi scontato, oggi, complice anche il rallentamento sul fronte Dybala più di qualcuno ipotizza una sua permanenza con conseguente impiego part-time.

Nulla di scontato ancora, dunque. Ne abbiamo parlato con il suo connazionale Haris Mrkonja, giornalista per TVN1 Sarajevo.

L'arrivo di Lukaku rende inevitabile la partenza di Dzeko?

"Ho visto che all’Inter farebbe comodo cederlo, però credo che dipende anche da quello che vuole il giocatore. Dzeko ha una mentalità pazzesca. Anche a 36 anni vuole essere titolare, giocare ogni partita, e quando è in panchina sta male. Forse questa ultima stagione gli ha mostrato che Padre Tempo vince sempre, e che è venuto il momento di rallentare un po’".

Anche accettando di non partire più da "titolarissimo"?

"In questo senso, se Dzeko ne fosse consapevole da subito, forse potrebbe anche restare. Fare un’altra stagione e giocare da sostituto a Lukaku non sarebbe male, visto che Inzaghi lo ha stroncato la stagione scorsa con le troppe partite. Ho sentito parlare di interesse di Juve, Real Madrid, Valencia, anche un ritorno alla Roma. Non credo che qualcuna di queste opzioni sia realistica e se fossi in Dzeko starei un altro anno a Milano. Come senatore con molta esperienza, che può anche aiutare in altri modi, non solo solo sul campo".

Quindi Dzeko come terzo attaccante, soprattutto se non dovesse arrivare Dybala?

"Penso proprio di sì. All’Inter servirà un giocatore che potrebbe fare da ponte dopo la fine del Mondiale in Qatar. La Bosnia non si è qualificata e lui potrebbe essere fresco e pronto a dare il meglio almeno in quel periodo li. Dzeko come giocatore è anche molto più tecnico di Lukaku e Inzaghi potrebbe usarlo sicuramente in situazioni dove si dovrà fare più manovra e liberare spazi per le ali".

Dove potrebbe esprimersi al meglio...

"Edin in questo è un maestro, anche a 36 anni e non credo abbia dato tutto di sé. Bisognerebbe, però, dosarlo meglio dell’anno scorso, quando è partito benissimo, poi Inzaghi gli ha chiesto troppe energie con l’avanzare della stagione ed è rimasto senza benzina".

Al di là di tutto, credi dunque che l'Inter abbia fatto bene a cercare un altro numero 9?

"Quando hai la possibilità di prendere Lukaku, chiunque hai già in rosa - prendi Lukaku. È più giovane, più fisicamente dotato, ha già avuto successo con i nerazzurri, mentre Dzeko ha avuto un’ottima prima parte di stagione, poi si è un po' spento per ragioni che ho già scritto. Seguendo l’Inter da un punto di vista neutrale, però, non mi è piaciuto il modo nel quale Lukaku è andato via da Milano, per poi dopo pochi mesi chiamare l’Inter a salvarlo da una situazione che aveva creato lui stesso. Credo ci siano parecchi tifosi dell’Inter che questo non se lo scorderanno. Se Lukaku non fosse all’altezza della sua prima esperienza all’Inter ci sarebbe molta pressione su di lui".